Elena  domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 22/02/2019

Bolzano

Paura di deludere, come devo comportarmi?

Sono una ragazza di 27 anni che frequenta l ultimo anno di laurea magistrale ho sofferto molto già di problemi di ansia che tutt oggi sto curando con farmaci, tutto questo è causato dall ansia che ho di deludere all Universita con esami che vanno male i miei genitori, ieri il mio primo esame della specialistica è andato male davanti ai miei genitori sono scoppiata in lacrime da una parte mio papà reagisce capendomi mia mamma non molto lei mi dice di darmi da fare di muovermi che solo fuori tempo, infatti il mio problema è che io attualmente ho pensieri contrastanti su più aspetti della mia vita mi sento fuori tempo per avere una mia famiglia( sono fidanzata da 8 anni) mi sento di peso alla mia famiglia mi sento sempre in debito e mi sento
In colpa se non passo un esame, premetto che ho sempre fatto il mio dovrei non ho mai dato problemi di nessun genere. Devo dire che nel io più profondo sono contenta di come va ora nel senso che per
Prima cosa ho il desiderio di finire di pensare alla mia carriera, ma il mio pensiero contrastante e che magari vado a deludere il mio ragazzo che avrebbe altri progetti, i miei genitori di non farli contenti. Insomma ho bisogno di capire come comportarmi?

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Anna Marcella Pisani Inserita il 22/02/2019 - 15:09

Roma - Cassia, Flaminia, Tor di Quinto, Cesano, Fo
|

Buongiorno Elena,
da ciò che narra, mi sembra di capire che le cause del suo malessere risiedano nel suo desiderio di confermare le aspettative che gli altri (genitori e findanzato) hanno su di lei, trascurando ciò che desidera lei nel "profondo".
Quindi, il primo passo è capire come mai i suoi progetti di vita siano focalizzati sull'approvazione altrui e come mai non si senta libera di esprimere e realizzare le sue aspirazioni.
Sembra, infatti, che i suoi bisogni siano messi in secondo piano e questa condizione contribuisce ad acuire la sua sintomatologia ansiosa poichè il suo Io è sofferente, non essendo libero di manifestarsi pienamente.
Pertanto, se desidera risolvere i suoi problemi d'ansia in modo definitivo, è essenziale che si avvicini ad Elena e cerchi di comprendere cosa desidera, cosa può renderla soddisfatta e felice.
Una consulenza psicologica individuale può aiutarla in questo.
Un caro saluto.
Dott.ssa Anna Marcella Pisani (Roma).