carmen97 domande di Alimentazione  |  Inserita il 07/11/2014

Catania

Aiuto..

Buonasera,da un periodo sto avendo un "brutto" rapporto col cibo. Premetto che non ho mai avuto autostima e c'è altro dietro, ma ultimamente ogni volta che mangio mi sento terribilmente in colpa e vorrei aver non mangiato..in passato ho tentato di vomitare,perché mi vedo grassa, ma non è più successo..mi devo preoccupare?

  5 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott. Giuseppe Del Signore Inserita il 03/01/2015 - 17:52

Viterbo
|

Cara Carmen, non possiamo rispondere alla tua richiesta di consulto visto che sei minorenne, dovresti parlarne con i tuoi genitori che sapranno consigliarti al meglio, magari consultando un Collega psicologo per una valutazione di persona.

Dott. Giuseppe Del Signore - Psicologo, Psicoterapeuta

Dott.ssa Valentina Nappo Inserita il 07/01/2015 - 12:04

Buongiorno Carmen,

è chiaro che il "brutto" rapporto che ha con il cibo riflette il cattivo rapporto che ha con se stessa.

Piuttosto che preoccuparsi, potrebbe iniziare ad "occuparsi" di sè, ad esempio chiedendo aiuto ad uno psicoterapeuta della sua città per una consulenza.
Può farlo sia privatamente, sia attraverso la sua ASL di riferimento.

Un caro saluto

Dott.ssa monica palla Inserita il 16/01/2015 - 18:49

Buona sera Carmen,
il controllo dell'alimentazione cela spesso una bassa autostima, la tendenza al perfezionismo e al giudizio esterno. Cerca di parlarne con i tuoi genitori, intraprendere un percorso psicologico potrebbe senz'altro rafforzare le tue risorse ed aiutarti a gestire in modo più efficace questo periodo.

un caro saluto,
Dott.ssa Monica Palla

Dott.ssa ilaria beltrami Inserita il 02/12/2014 - 21:26

Cara Carmen,
comprendo la tua preoccupazione ma direi di non allarmarti in quanto siamo agli inizi di un disagio che può positivamente essere risolto. E da come scrivi, sembra tu abbia già colto che c'è qualcosa da fare e sembri disposta ad agire. Il cibo assume tantissimi significati per la persona e a volte diventa una consolazione in momenti un pò difficili. L'importante è intervenire tempestivamente per restituire al cibo la sua valenza nutritiva e lavorare per risolvere il disagio che si sta riversando sul comportamento alimentare. Forse un colloquio con uno psicologo della tua città potrà aiutarti a decidere cosa fare e forse a ritenere opportuno un supporto psicologico in questo momento. Resto in ascolto. D.ssa Ilaria Beltrami, Psicologa Clinica - Roma

Dott.ssa Valentina Mossa Inserita il 23/11/2014 - 15:32

Cara Carmen, purtroppo ci hai fornito davvero poche informazioni per permetterci di capire il tuo problema.
Parto dal presupposto che qualsiasi disturbo del comportamento alimentare dovrebbe farci preoccupare: i tuoi tentativi di vomitare, il tuo senso di colpa ogni volta che mangi, il tuo vederti grassa, sono tutti indicatori di un qualcosa che non va.
Ci parli anche di problemi di autostima e di "altro dietro" e, probabilmente, tutto questo potrebbe essere correlato.
Ti consiglio di rivolgerti ad un professionista nella tua città che possa aiutarti sia nel rapporto con il cibo sia nell'incremento della tua autostima.
Un caro saluto,

Dott.ssa Valentina Mossa
www.valentinamossa.com