romana domande di Alimentazione  |  Inserita il 30/08/2016

Abbuffate compulsive

salve,
sono 16 anni che soffro di fame nervosa senza alcuna compensazione. Sono in sovrappeso di 10 kg. Non riesco a controllarmi nonostante abbia fatto diverse psicoterapie (cognitivo comportamentali) e stia assumendo farmaci per stabilizzare l'umore, l'ansia e la depressione.
Non ce la faccio più ad avere queste abbuffate e a dirmi ogni sera "da domani mi metto a dieta", anche perché puntualmente quel domani diventa un ennesimo oggi pieno di cibo spazzatura ad ogni ora del giorno.
ho anche problemi con la mia sessualità (unico argomento non trattato in terapia per vergogna). come posso risolvere questo problema? grazie.

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Valentina Sciubba Inserita il 30/08/2016 - 21:10

Gentile Romana,
le consiglio di cambiare approccio psicoterapeutico e di provare ad es. lo strategico breve che ha elaborato protocolli specifici per disturbi come il suo.
Anche non aver affrontato il tema della sessualità non è positivo ai fini della terapia.
auguri e saluti

Dott.ssa Erica Tinelli Inserita il 31/08/2016 - 12:57

Salve Romana, credo che la soluzione più efficace per le sue difficoltà rimanga comunque la terapia dal momento che si tratta di problematiche potenzialmente molto complesse e che durano da molto tempo. Dopo quanto tempo ha interrotto le precedenti terapie? Aveva notato qualche miglioramento oppure non è cambiato assolutamente nulla? Secondo lei è possibile che si sia concessa poco tempo? Può comunque valutare anche la possibilità di rivolgersi ad un esperto che utilizzi un altro tipo di approccio (a tal proposito anch'io le consiglio l'approccio breve strategico) per verificare se questo può essere più adatto a lei.
Inoltre, tenga anche in considerazione il fatto che i problemi alimentari e quelli sessuali, anche se apparentemente sono radicalmente diversi l'uno dall'altro, in realtà in molti casi hanno delle caratteristiche comuni e sono associati in qualche modo tra loro. Se deciderà, quindi, di rivolgersi nuovamente ad un terapeuta, le consiglio di parlargli anche dei suoi problemi con la sessualità. È un argomento che molto spesso provoca un grande imbarazzo, ma un professionista saprà aiutarla a trattarlo in modo tale da non provocarle disagio.