Fiore domande di Alimentazione  |  Inserita il 23/09/2015

Roma

Da dove ricomincio?

Salve, sono consapevole di essere obesa e di soffrire di abbuffate giornaliere. Mangiare, anche regolarmente, mi fa sentire in colpa, soprattutto se mangio da sola. Mi guardo allo specchio e non mi riconosco: guardo un involucro di grasso che mi circonda e sono convinta che un giorno tornerò a vedere cosa c'è nascosto li dentro. Vivo in uno stato soporoso dove ciò che faccio, lo faccio per sopravvivere, e mangiare è l'unica cosa che sento di avere il potere di poter controllare... In realtà sono diventata schiava del cibo. tutta la mia giornata gira intorno al cibo. Ora, vorrei uscire da questa situazione che è diventata un incubo, ma non so da dove cominciare, l'unica cosa che riesco a fare è stare al letto... Non vado più neanche a lavoro, l'unica cosa che mi riesce di fare è andare verso il frigorifero e mangiare qualsiasi cosa trovo. Non voglio più sopravvivere e nascondermi.... Ma da dove e come si ricomincia?!
Grazie...

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Francesca Affatati Inserita il 23/09/2015 - 16:23

Cara Fiore,
Sono la Dott.ssa Affatati Francesca, da anni mi occupo di disturbi alimentari, e sempre più spesso mi capita di ascoltare parole come le tue. Il problema che esponi diviene sempre più comune, ma il tuo è un problema è unico perchè tu sei unica quindi è importante fare una diagnosi accurata da un'equipe specializzata e multidisciplinare.
La buona notizia è che la tua motivazione è lo strumento fondamentale per reagire e muoverti verso un centro di cura per spiegare il tuo malessere al fine di intraprendere un percorso di cura con professionisti nel settore (psicologo, psicoterapeuta, nutrizionista e medico) da cui la maggior parte delle volte si esce con un miglioramento netto dello stato di buona salute. La cattiva notizia è che da sola, la buona volontà, o il supporto dei tuoi cari non basta per uscirne.

per ulteriori informazioni e chiarimenti
CONTATTAMI

Francesca Affatati
Mola Di Bari (Bari)