Mirko domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 22/11/2017

Roma

Innamorato di donna sposata

Salve ho 33 anni e mi sono innamorato di una mia collega/capo di 40 anni, sposata con figli; sul posto di lavoro non ci vediamo moltissimo ma nel corso di 2 anni il nostro "rapporto" si è consolidato con assoluta stima reciproca per via dei successi lavorativi; detto questo io non mi sono mai dichiarato ma lei sa perfettamente quanto mi piace, perché una donna certe cose le capisce e perché i miei atteggiamenti nei suoi confronti hanno sempre portato a farglielo pensare/percepire in qualche modo, anche quando le cose sono state abbastanza palesi lei non si è mai allontanata anche se avrebbe potuto benissimo farlo, il mio problema sta nel fatto che non è una semplice infatuazione, lei è stampata nei miei pensieri praticamente da quando mi sveglio a quando vado a dormire,se non fosse stata sposata avrei saputo cosa fare ma per rispetto della situazione non mi sento pronto a fare gesti che vadano troppo fuori dall'ordinario. Ho frequentato altre donne che a causa mia non sono riuscite a trasmettermi nulla perché il mio cuore e la mia testa erano e sono sempre fermi li',da lei. Ho provato a distaccarmi con gli atteggiamenti ma nemmeno questo a portato a risultato alcuno, posso fare il freddo , il sostenuto quanto voglio ma i sentimenti veri quelli che stanno dentro, li rimangono. Ho pensato anche di lasciare il lavoro per non vederla più e dimenticarla per sempre ma questa è una cosa che mi arrecherebbe non pochi danni. Se non fosse stata sposata sono sicuro che avremmo iniziato una relazione perché anche lei è predisposta e me lo ha fatto capire in diverse occasioni anche se poi tutto si è spento perché lei è molto più razionale di me, razionalizza sempre tutto..Il problema è che questa cosa mi condiziona il quotidiano , per quanto io possa impegnarmi su altro lei c'è sempre.... mi sento triste a non poter fare nulla e mi manca questa persona anche se tra noi non c'è mai stato nulla,sono anche arrabbiato perché queste cose mi fanno sentire un bambino a volte ma erano anni che non conoscevo di nuovo una donna in grado di regale certe emozioni e non parlo assolutamente di fisico anche se oggettivamente anche sul lato fisico è una donna notevolissima. quindi che fare...?

  3 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott. Alessandro Stirpe Inserita il 29/01/2018 - 13:33

Gentile Mirko,
leggendo la sua lettera mi ha colpito molto il suo "sentirsi bambino"... e rileggendo da capo mi rendo conto di quanto questa modalità le condiziona la vita. Sarebbe importante per lei, credo, approfondire questo aspetto. Ci pensi...
cordiali saluti,
dott. Alessandro Stirpe

Dott.ssa Veronica Cascone Inserita il 23/11/2017 - 11:18

Gentile Mirko
Le consiglio di riflettere sul modo in cui si approccia alle relazioni, sulle possibili fantasie e idealizzazioni che ne scaturiscono. Le è mai capitato in passato di rivivere una situazione analoga?
Lei si dice certo che se la donna in questione non fosse sposata avreste una vita insieme, da cosa deriva questa certezza? E' davvero così sicuro?
Ecco credo che un percorso psicologico potrebbe partire da questo, se le interessa lavorare su di sè può contattarmi in privato o rivolgersi ad uno specialista nella sua zona.
Nel frattempo le faccio i miei auguri
Dott.ssa Veronica Cascone

Dott.ssa Cristiana Ferrara Inserita il 22/11/2017 - 10:01

Gentile Mirko,
aprirsi è un passo importante per poter far chiarezza sulle proprie difficoltà,
ma la tua domanda può trovare risposta all'interno di un percorso psicologico,
dove potrai descrivere meglio il tuo problema," il rapporto" con la sua collega /capo, le tue angosce personali
e ciò che al momento ti sta mettendo in difficolta.

Cari saluti
Dr. Ferrara Cristiana- Psicologa- Firenze