Giada domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 23/06/2016

Fermo

Non so cosa fare

Sono una ragazza di 19 anni e da qualche tempo noto degli atteggiamenti strani da parte di un mio grande amico. Nulla di grave, se non fosse quello che lui è un prete.
La nostra amicizia è iniziata 3 anni quando ho avuto modo di potermi confidare ed aprire con lui. Da lì, fra noi c'è stato un rapporto affettuoso e tranquillo.
Ma, dopo una questione delicata, risalente a circa 5 mesi fa, lui è rimasto riconoscente verso di me ed il nostro rapporto d'amicizia e stima è aumentato. Lui ha 28 anni ed è una persona gioiosa della vita che conduce ma ultimamente, si sente oppresso da alcune questioni interne.
Insomma, il nostro rapporto è diventato davvero esemplare. Potrei definirlo il mio migliore amico, dato che lui si confida con me ed io con lui. Abbiamo iniziato a parlare sempre di più, passando persino 2 ore al telefono. All'inizio ero io che lo chiamavo per avere consigli e lui ritagliava sempre un'ora del suo tempo per me. Anche a costo di addormentarsi a tarda notte .
Purtroppo, un pettogolo ha sparso voce che eravamo fidanzati. Tra noi non è mai successo nulla se non abbracci fraterni. Tutti quanti però, mi hanno detto che i suoi atteggiamenti non sono "normali". Ma io non ci ho mai fatto caso perché lui è aperto e solare con tutti . Mi ha regalato diverse cose sue da libri ad oggetti personali. Inoltre, spesso tende ad avvicinarsi a me ed a volersi estraniare dagli altri per parlarmi. Magari per dirmi cavolate. Ma sento che cerca la mia vicinanza. Mia madre più spesso mi dice che devo stare attenta. Ed anche le mie amiche me lo dicono. Sua madre non è contenta della sua ordinanza ed ultimamente sta soffrendo tanto perchè si sta sentendo completamente plaggiato da altre figure .
Ultimamente ho visto che era lui che cominciava a cercarmi. Io lo ignoravo, ma lui continuamente mi chiedeva "che hai, vienimi a parlare..". L'esempio lampante è domenica pomeriggio che mi ha scritto un messaggio con scritto "ehi". Mai successo.
Abbiamo iniziato cosi a parlare e io gli ho chiesto cosa avesse fatto dato che mi sembrava strano che mi avesse scritto. Lui mi ha risposto nulla e poi non mi ha risposto più. Noto che più volte cerca il mio sguardo tra la folla. Ho provato ad ignoralo ieri che sono passata vicino a lui mentre parlava con 5 persone.. ma lui ha interroto la conversazione e mi ha chiamata.
Non so che fare perché ho paura che con questi atteggiamenti sospetti stia iniziando a provare qualcosa per lui. AIUTO. Adesso non si è fatto sentire più da domenica e da quel "ehi".
Mi sta mandando in crisi totale.
Che posso fare? E quali sono i sentimenti che traspaiono dai suoi attegiamenti?

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Valentina Cannetti Inserita il 23/06/2016 - 21:35

Carissima, da quello che scrive si evince che la situazione le stia molto a cuore. Capisco chiaramente le preoccupazioni in merito al ruolo del suo amico, che è anche un uomo di chiesa. Ovviamente è un pò difficile avere un quadro ben definito, ma sento di poterle dire di fare chiarezza innanzitutto in merito a quello che lei prova nei confronti di questo ragazzo, cosa sente rispetto a questa persona, se gradisce le sue attenzioni e in che termini (amico? altro?), come si comporterebbe rispetto alla situazione se il suo amico facesse tutt'altro "lavoro". Insomma sia onesta con se stessa prima di ogni cosa. Per quanto riguarda i sentimenti del suo amico, credo che lei sia in grado di comprendere se si tratti di semplice amicizia o se interessato a lei come giovane donna. Faccia chiarezza, si prenda del tempo per pensare. Buona serata cara.