Rosita domande di Genitori e Figli  |  Inserita il 17/06/2015

Napoli

Essere figlia unica.

Salve, mi chiamo Rosita ed ho 18 anni, come dice il titolo ahimè sono figlia unica. In tutti gli anni della mia vita gli altri hanno sempre pensato che fosse bello esserlo e altri che fossi una viziata e le tipiche dicerie che si dicono sui figli unici. Sin da piccola, però, ho sempre avuto il desiderio di avere un fratello o una sorella con cui poter fare di tutto e tutt'oggi lo desidero. Ho sempre proposto ai miei genitori un'adozione, e non a un fratello/sorella biologico per una patologia di cui è affetta mia madre. Ma l'unica risposta che ricevevo era : "non si possono adottare bambini se già ne hai".
Nonostante le numerose amicizie non sono mai riuscita a trovare la persona che diventa di famiglia. Ultimamente mi sono documentata sulle adozioni e in alcuni paese non c'è legge che vieti l'adozione se già hai figli.Come posso fare?

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Arianna Barazzetti Inserita il 18/06/2015 - 11:40

Gorgonzola
|

Cara Rosita,
il desiderio di avere all'interno della propria famiglia qualcuno con cui condividere momenti e possibilità future è comune a molti figli.
La genitorialità è un aspetto delicato, e non tutte le famiglie sono pronte all'arrivo del secondo figlio. La composizione familiare rimane un fattore unico e individuale senza poter esprimere giudizi esterni sulle scelte che ogni genitore fa, o è obbligato a fare, in questo campo.
Il tuo desiderio di poter avere un fratello/sorella è comprensibile, come può essere accolto anche il pensiero dei tuoi genitori di non essere pronti ad un'adozione in questo caso.
L'avere un secondo figlio implica spesso il rimettersi in gioco e recuperare energie fisiche e psicologiche che a volte sono difficili da pensare e nel caso delle adozioni questo può essere un aspetto critico.
Quello che posso consigliarti è di parlare tranquillamente con i tuoi genitori cercando di capire le loro ragioni, sentimenti e timori ed esprimendo allo stesso modo i tuoi pensieri.
Confrontandovi e aprendovi alla visione dell'altro potrete trovare un terreno comune, dove tutti i punti di vista possano essere accolti.
Un caro saluto
Dott.ssa Arianna Barazzetti - Milano

Dott.ssa Valentina Nappo Inserita il 13/07/2015 - 18:46

Gentile Rosita,

il tuo desiderio di avere un fratello/sorella è comprensibile, ma credo che questa decisione spetti prima di tutto ai tuoi genitori. Non credi?
Inoltre, adottare un bambino non è mai semplice e molte sono le responsabilità.

Un caro saluto
Dr.ssa Valentina Nappo
Psicologo e psicoterapeuta a Napoli (Soccavo), Pompei, San Giuseppe Vesuviano
Terapia individuale e terapia di coppia
www.pscodialogando.com