Giancarlo  domande di Genitori e Figli  |  Inserita il 09/12/2019

Roma

Mio figlio ha problemi con gli altri bambini

Salve a tutti, ho un bimbo di 3 anni. Purtroppo sin dalla nascita ha avuto problemi con i rapporti con la madre per cui ho sempre cercato di supperire io. Non ho mai notato strani comportamenti o cose particolari nel bimbo. Parla, ride, gioca sia con me ed anche da solo, interagisce bene con i bimbi della sua eta' ed anche piu' grandi. Quello che posso dire e' che quando conosce qualcuno per i primi 10 minuti rimane diffidente e si aggrappa alla mia gamba o vuole essere preso in braccio e poi, come prende confidenza, si comporta normalmente. L'anno scorso andava al nido e quest'anno va alla materna. Arrivo al problema: se i bimbi intorno a lui, sono 1, 2 o 3 non ci sono problemi e lui va a giocare. Se sono tanti come ad esempio ad una festa di compleanno o a scuola, lui rimane in disparte. Questo mi e' stato confermato anche dalle maestre. Il bimbo e' capace di stare 8 ore in un angolo da solo senza interagire con nessuno. Le maestre mi hanno anche detto che con loro non ha mai parlato. Sinceramente sono caduto dalle nuvole!!!!! L'unica cosa che ho scoperto e' che il bimbo viene "bullizzato" da altri bambini piu' grandi nella scuola. Non so se questo puo' creare problemi oppure e' semplicemente carattere o non so. Potete darmi qualche consiglio?

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Anna Marcella Pisani Inserita il 09/12/2019 - 17:32

Roma - Cassia, Flaminia, Tor di Quinto, Cesano, Fo
|

Buonasera Giancarlo,
La situazione che ha descritto per poter essere compresa e risolta efficacemente, richiede una specifica analisi e anche una conoscenza del bambino stesso.
Poiché questo approfondimento non può essere condotto mediante questo sito, le può essere utile, nel frattempo, fare alcune cose:
1) coinvolgere la mamma nella situazione: ha parlato di "problemi" con la madre, che al di là di quali siano, presumo abbiano avuto e abbiano ancora oggi una influenza sul comportamento di isolamento del bambino ("8 ore in un angolo da solo"). Cosa ne pensa la mamma del comportamento del bambino? Consideri infatti, che per qualsiasi bambino, al di là del carattere e delle specifiche situazioni, percepire l'interesse e affetto di entrambi i genitori, rappresenta un fattore di benessere di per sé.
2) chiedere consiglio alle maestre sul da farsi: cioè chiedere a loro se ritengono opportuno che voi approfondiate la situazione di vostro figlio, rivolgendovi ad esempio, ad un consultorio familiare di zona.
Infine, come sta lei papà? Come si sente nel ruolo genitoriale che mi sembra abbia assolto spesso da solo ? ("ho cercato di sopperire io")
Le auguro in ogni caso di risolvere la sua situazione.
Un caro saluto a lei e a suo figlio.
Dott.ssa Anna Marcella Pisani (Roma).