sonia domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 15/10/2016

Torino

Vita che oserei dire perfetta, eppure mi viene l'ansia

buongiorno ho 36 anni, una vita oserei direi perfetta: professionista, buon reddito e molte soddisfazioni , sono una bella donna, solare allegrissima molto adrenalica , ottimo rapporto con il marito, stile di vita alto ( viaggi , cene , e non mi faccio mancare nulla), amici, non ho figli per ora ( per mia scelta) infanzia bellissima...eppure senza che abbia mai capito il vero motivo ......ogni tot mesi mi viene l'ansia che scarico sulla cervicale piuttosto che sullo stomaco o come qualche anno fa ( tremendo periodo) con attacchi di panico. Insomma quando anche solo una virgola va fuori posto io divento ansiosissima, tormentata da mille paure,ipocondriaca e questo ovviamente non fa che peggiorare i sintomi di quello che ho. Adesso ho un blocco ai muscoli cervicali, e addirittura mi si sono paralizzate le braccia...lo scorso anno avevo la tachicardia...Non so piu' come fare per non terrorizzarmi e per non farmi prendere dal panico.....quando è così prendo delle gocce di ansiolin....ma c'è qualche cosa che potrei fare? ho provato ad andare da psicologi, un po' mi hanno aiutato, ma quello che è venuto fuori è che sono una bambina diciamo, con la paura dell'ignoto e che non accetta la crescita e che pesta i piedi se le cose non vanno perfettamente come vuole.....Io vorrei solo la sernità, essere piu' tranquilla " dentro"

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott. Simone Ioppolo Inserita il 09/12/2016 - 23:35

Avigliana
|

Gentile Sonia,
perfezione è un termine che lei usa molto e in maniera estremamente contraddittoria: sebbene definisca la sua una vita perfetta, riferisce che quando tutto perfetto non è, diventa molto ansiosa e il suo corpo inizia a parlarle di paure angoscianti. Forse tutto così perfetto non è davvero, semplicemente perché perfetto non esiste.
Molto ci sarebbe da approfondire . Ad esempio, le chiederei come mai fa una scelta così forte come quella di non avere figli e se questa scelta è combattuta tanto quanto l'idea di perfezione. Senza dubbio, se necessita di orientarsi meglio può provvedere a intraprendere un percorso con un collega di sua scelta.
Cordiali saluti

Dott. Ioppolo Simone

Dott.ssa Erica Tinelli Inserita il 16/10/2016 - 06:52

Buongiorno Sonia, il fatto che lei abbia una vita soddisfacente che definisce addirittura 'perfetta' non significa che non può avere dei problemi o delle difficoltà. Contrariamente a quello che spesso si pensa, infatti, i problemi psicologici (come ansia, attacchi di panico, ipocondria) non nascono necessariamente da situazioni di vita estremamente negative oppure da traumi. Non è raro che si sviluppino a causa di lievi difficoltà che chiunque puó incontrare nella vita quotidiana e che, se non vengono gestite in modo adeguato, possono ingigantirsi sempre di più fino a diventare sempre più invalidanti. Nel suo caso, ad esempio, lei potrebbe essere una persona un po' ansiosa e un po' 'ossessiva' (nel senso che ha bisogno di programmare tutto nei dettagli), ma non è riuscita a gestire queste sue caratteristiche di personalità che in sé per sé non sono negative ma che, come tutte le cose, se diventano troppo estreme ed inflessibili possono provocare un notevole disagio. Tutte queste cose, però, possono essere affrontate con una consulenza.
Per quanto tempo è andata da psicologi? È possibile secondo lei che si sia concessa troppo poco tempo? Io le consiglio di tentare nuovamente e di concedersi il tempo necessario. In particolare le segnalo che l'approccio breve strategico è molto efficace nel trattamento di queste problematiche.