Andrea domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 13/04/2016

Ansia in auto se guidano gli altri

buongiorno,
molti di voi rideranno della mia paura..
Soffro di attacchi di panico in auto ma non se guido io, solo se guidano gli altri. Non trovo aiuto da nessuna parte, diciamo che chi ne soffre appunto è perchè guida direttamente e non perchè è in auto con altri.
Questa paura deriva dal fatto che da ragazzo circa 15 anni fa, andando con i miei amici in auto loro andavano forte ed il avevo paura. Il problema è che adesso andando con chiunque anche a 50 allora ho paura.(ripeto se guido io posso andare anche veloce non ho nessuna paura)
Come posso risolvere questo trauma?
grazie della risposta.
saluti

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Flavia Massaro Inserita il 14/04/2016 - 09:07

Milano - Niguarda, Cà Granda, Bicocca
|

Caro Andrea,

la sua paura non è così rara o incomprensibile, soprattutto se deriva da situazioni traumatiche vissute in passato.
Oltre alle cause legate a traumi e incidenti, in genere la paura di salire su una vettura condotta da altri si presenta quando si prende la patente e si inizia a guardare in maniera diversa la strada quando si non guida (con "occhio" non più da passeggero, ma da guidatore), perchè ci si è abituati a stare attenti alla segnaletica e alle altre macchine: non avendo in mano in volante - e quindi il controllo della situazione - si può soffrire per lo stato di passività in cui ci si trova, ad es. per il fatto di non poter frenare quando si ritiene siail momento di farlo perchè questa rimane prerogativa del guidatore.

Trattandosi nel suo caso di una paura datata, e quindi presumibilmente radicata, non penso possa fare molto da solo (di sicuro ha già provato a risolvere da sè il problema), quindi le suggerisco di rivolgersi ad uno psicologo che utilizzi ipnosi, PNL o Emdr per superarla.

Le faccio tanti auguri,
dott.ssa Flavia Massaro
Psicologa a Milano e Mariano Comense
www.serviziodipsicologia.it

Dott.ssa Chiara Francesconi Inserita il 14/04/2016 - 09:07

Buongiorno Andrea,
si può aver paura di qualsiasi cosa, quindi non ridiamo affatto alla sua richiesta. Ciò che alle volte distingue le due ansie (del guidare in prima persona o dell'essere passeggero) è un diverso tipo di timore sottostante.. chi guida può aver timore di nuocere agli altri, di essere responsabile della propria vita e di quella altrui.. chi fa da passeggero può temere di stare nelle mani altrui, alle "dipendenze" del comportamento altrui, quindi non pienamente libero di gestire la situazione e la propria vita. L'evento passato che ha vissuto, può aver inciso nell'insorgenza di questa fobia, tuttavia sarebbe necessario approfondire i suoi vissuti ed altri elementi e aspetti della sua vita e della sua personalità per poter pianificare il percorso più adeguato alla risoluzione del problema.
Attualmente l'approccio cognitivo comportamentale offre buone risorse per il trattamento dei disturbi d'ansia e per la gestione delle emozioni, offrendo miglioramenti già in tempi medio-brevi.
Se desidera maggiori informazioni, può contattarmi, senza alcun impegno.
Un caro saluto,
dott.ssa Chiara Francesconi