Marianna  domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 05/06/2018

Catanzaro

Disturbo di mia madre

Salve!
Volevo parlarvi di mia madre.
Lei da sempre è molto debole a livello psichico ma non si allontanava dalla normalità.
Ultimamente,da quando è venuta a conoscenza di un tradimento (tradimento da parte di mio padre) il suo stato è peggiorato e lei si è completamente allontanata dalla normalità.
Non tocca cibo,beve solo acqua. A momenti di calma alterna momenti di follia,rabbia,urla.
Non è più in grado di ragionare,ha un chiodo fisso e ogni volta che apre bocca parla sempre e solo di questo fatto.
La mattina è molto più calma,anche il pomeriggio ma la sera comincia ad essere incontrollabile: vuole uscire alle 4 di mattina,noi le diciamo di no e lei minaccia di chiamare i carabinieri.
Poi minaccia il suicidio. Una notte di queste andó via con l’auto, scrisse un messaggio d’addio e non si lasciava trovare poi staccando la linea. Ha minacciato più volte il suicidio ma grazie a Dio non l’ha mai messo in atto.
Non si lascia aiutare,vede e sente cose che non esistono. Assume atteggiamenti infantili.
Inventa bugie senza limiti.
Il medico le ha prescritto Olanzapina Teva (5 mg) da prendere ogni sera.
La situazione è insostenibile.
Comprendiamo che le è stato fatto un grande torto ed ha sempre avuto il nostro appoggio,ma la sua reazione è completamente anormale.
Gradirei ricevere un vostro parere.

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Mirella Caruso Inserita il 05/06/2018 - 10:47

Milano
|

Gentile Marianna, il medico ha prescritto il farmaco Olanzapina Teva dopo aver visitato la signora? Suppongo di sì, in ogni caso, credo che sua mamma abbia necessità di controlli appropriati e piu' appofonditi, direi abbia bisogno, da quello che scrive, di un controllo psichiatrico ed anche neurologico. Se non tocca cibo inoltre, la situazione potrebbe essere davvero molto faticosa. Si rivolga pertanto ancora al suo medico per indagini piu' approfondite: solo quando la signora si sarà un po' stabilizzata, si potrà intraprendere un percorso psicologico per sanare le sue ferite d'amore.

Dott.ssa Laura De Martino Inserita il 05/06/2018 - 12:36

Cara Marianna, immagino quanto sia difficile da sostenere questa situazione per lei, e credo che da sola non lo possa fare. Chi la può aiutare ad aiutare mamma? Attivi tutte le risorse possibili, suo padre, eventuali fratelli, zii, il medico di famiglia. E' molto importante che sua madre venga presa in carico da uno psichiatra ed eventualmente, una volta rientrata la situazione, da uno psicoterapeuta per elaborare il suo dolore. Eventualmente, se proprio sua madre non voglia curarsi e continua ad avere comportamenti pericolosi per sè, c'è da prendere in considerazione la possibilità di un TSO (trattamento sanitario obbligatorio). Al di là di tutto ciò, vorrei invitarla a non farsi carico da sola di questa situazione, ma ad attivare una rete di aiuti, che possano condividere con lei la difficoltà e la responsabilità della situazione.

Un caro saluto
Dr.ssa Laura De Martino
Psicologa e Psicoterapeuta Relazionale e familiare
Napoli, tel 3280273833