Ienina domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 16/10/2014

Verbano-Cusio-Ossola

Io, tradita, ho deciso di salvare il nostro amore

Dopo 10 anni di matrimonio sono stata tradita per quasi due....è tutto finito da un anno, ma l'ho scoperto solo oggi. La rabbia, la delusione, la disperazione. Poi lui che, distrutto, mi ha detto che aveva troncato per cercare di recuperare il nostro amore (avevamo una blanda crisi...ho le mie colpe ma mai avrei immaginato il tradimento). E adesso siamo più innamorati che mai, sembriamo due adolescenti che si scambiano messaggini tutto il giorno. Abbiamo avuto i primi approcci sessuali ma io ancora non riesco a lasciarmi andare....ci vorrà tempo. Ho ancora tanti momenti bui, credo sia normale, ho scoperto tutto solo 10 giorni fa. Spero solo di riacquistare fiducia in lui. Possiamo farcela da soli o rischiamo di rovinare tutto? Abbiamo due bambine, ma soprattutto non vogliamo buttare questo nostro amore che è diventato più grande di prima.

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Carla Maria Brunialti Inserita il 22/11/2014 - 17:56

Gentile Signora,
Lei è ancora a "botta calda" e tuttavia è già ben disposta a voler mantenere la Vs relazione.
Il marito, peraltro, aveva già chiuso da sè la proppria esperienza extraconiugale per cercare di salvare il matrimonio.
Mi sembra esistano le basi per farcela!
E tuttavia l'aiuto di uno psicologo specializzato in nterapia di coppia sarebbe importante. Presso il consultorio le terapia e quasi gratis (solo ticket). Vi incoraggio ad andare a fondo con questo esperto, affinche la "guarigione" vi porti ad una situazione migliore che non prima.

Dott.ssa MARIANTONIETTA PENNACCHIA Inserita il 07/11/2014 - 23:32

Buona sera sig.ra Lenina, voglio rispondere così alla sua domanda e richiesta:
"Quando qualcosa di bello e fragile, come la ceramica, si rompe siamo tentati di vederlo come irrimediabilmente perduto e se in qualche modo proviamo a ripararlo, i segni delle fratture sembrano togliere qualcosa alla bellezza originaria.
Non è sempre così.
L’antica arte giapponese del kintsugi ripara vasi e altri pezzi di ceramica aggiungendo una vena di lacca dorata dove i frammenti si ricongiungono, evidenziando quello che non è più un difetto ma un nuovo, sorprendente, meraviglioso tratto distintivo.
Quest’antica tecnica consiste nell’incollare insieme i frammenti rotti usando la lacca derivata dalla linfa dell’albero della lacca e spolverando pazientemente questo collante naturale con polvere d’oro, d'argento o di rame.
Le venature di metallo attraversano sottili l’oggetto di ceramica aggiungendo una delicata bellezza, sovvertendo l’idea di integrità e perfezione attraverso la cura e la preziosità della riparazione.
Se manca un intero frammento l’oggetto può essere riparato integrando con pezzi di ceramiche differenti, giocando tra contrasti e armonie di colori o disegnando direttamente sulla lacca dorata.
Il kintsugi è un procedimento lento che richiede pazienza e attenzione ma il risultato sorprende senz’altro con i suoi effetti imprevisti e originali.
Che dire, le consiglio il Kintsugi.
Spero di esserle stata utile.(http://www.bigodino.it/design/kintsugi-larte-nel-difetto.html)
Pennacchia Mariantonietta