flavia domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 07/06/2017

Reggio Calabria

Mia mamma ha un tumore

ciao , ho 31 anni e due anni fa hanno scoperto un tumore a mia mamma , ha fatto la chemio è stata dura e difficile per lei e per noi ma abbiamo resistito quest'anno ha subito un intervento hanno asportato tutto lo stomaco e da quel momento è diventata un altra persona si è buttata giù rifiuta il cibo è depressa e io mi faccio colpe per averla spinta a operarsi visto che i medici consigliavano di asportare la massa adesso vederla così e vederla spegnersi giorno dopo giorno sotto i miei occhi mi stà distruggendo stò cercando di farla reagire ma più mi sforzo più lei sembra abbandonarsi a se stessa, io non riesco più a dormire la notte dormo un due ore ho sempre ansia e ho paura perchè so che in passato l'ho delusa e che lei vorrebbe tanto vedermi sistemata e con una famiglia cosa che ancora non ho fatto per problemi economici , vorrei solo che stesse bene e che mi aiutasse come lei ha sempre fatto.

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Laura De Martino Inserita il 07/06/2017 - 08:58

Cara Flavia, affrontare la malattia di un genitore non è mai facile e non lo è nemmeno dover prendersi la responsabilità di scelte che mai come in questi casi implicano la vita o la morte. Non è facile perchè inevitabilmente entra in gioco il nostro bisogno di loro e la paura di perderli, per questo si fanno scelte drastiche, dolorose ma ricche di speranza come quella che ha fatto lei. Ha scelto la via forse più drastica ma anche quella che forse le dava più speranze, tuttavia non può scegliere anche il modo di reagire di mamma, il suo vissuto ed immagino che questo la faccia sentire impotente. Purtroppo possiamo decidere le cure, i medici, ma non possiamo decidere le emozioni dell'altro, quelle le possiamo solo, con dolore, accettare, Nonostante ciò c'è ancora molto che lei può fare, ed è continuare a stare accanto a mamma, rispettando il suo dolore, starle vicino comprendendola piuttosto che dare priorità al bisogno che lei a di mamma e che la spingerebbe solo ad accanirsi oltremodo ed inutilmente. Colga l'occasione per starle vicino come mamma decide e per trascorrere questo tempo con lei cercando di instaurare un rapporto intimo in cui poter parlare ciascuna di sè e di ciò che prova. Sono sicura che si creerà una magia tra di voi che vi restituirà momenti preziosi e memorabili.
Un abbraccio

Dr.ssa Laura De Martino
Psicologa e Psicoterapeuta Relazionale e Familiare
Napoli - 3280273833