Mariella domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 08/02/2016

Salerno

33 anni e l'unica cosa in cui riesco a realizzarmi è il mio lavoro

Salve, ho 33 anni e sono una donna indipendente e realizzata sopratutto nel lavoro, l'unico campo della mia vita in cui riesco a far bene, con ammirazione e approvazione da tutti. In tutto il resto mi sento un fallimento, non riesco ad avere una relazione a volte mi sento quasi invisibile, e le persone che si avvicinano a me spesso solo lì per usarmi. La mia vita potrebbe essere perfetta se solo riuscissi a realizzare il mio sogno più grande di innamorarmi e crearmi una famiglia, ma mi sembrano cose semplicemnte impossibili visto tutte le riuscite delle mie relazioni precedenti. Tutti gli amici e parenti mi dicono che sono la ragazza perfetta, che sono un donna da sposare ma allora mi chiedo perchè sono sola? è una questione di fortuna?... dove è che sbaglio?.. sembra che tutti i miei ex me subito dopo di me hanno trovato la persona della loro vita. La mia vita mi sembra sempre ferma li allo stesso punto, come ho detto l'unica cosa che va avanti e con successo è il mio lavoro, ma gli anni passano e la paura di restare sola è tanta. Il problema forse è che questo lavoro a cui ho dato tutta la mia vita, mi porta a girare in cotinuazione, negli ultimi 4 anni ho vissuto in 3 paesi diversi, vivere all'estero fa crescere un sacco ma è ance stancante ricominciare ogni volta da capo e ricominciare da soli. Sono stanca di non avere una spalla su cui una volta potermi appoggiare, sono stanca di prendere tutte le mie decisioni di vita da sola. Lo so alla fine la vita è sempre la mia e tocca a me decidere, ma per 1 volta vorrei che qualcuno che mi ami mi prendesse per mano e mi portasse o che mi sostenga almeno nei momenti difficili. Ho superato tantissime difficoltà ma ero sempre io da sola e la spalla su cui piangere era solo la mia. Forse sono pazza non lo so... l'unica cosa che so è che sono stanca , e anche quando incontro qualcuno che sembra interessato a me provo a fidarmi ma poi si rivela sempre come la persona sbagliata... e fidarmi sta diventando qualcosa che mi spaventa sempre di più, e ho paura di stare male ogni volta. Vorrei sapere se esiste una risposta a tutto ciò, non so se questo è il posto giusto ma ci provo... Grazie!

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Christina Marchetto Inserita il 09/02/2016 - 06:36

Gentile Mariella,
Lei non é né pazza né dalle richieste impossibili.
Penso invece che lei per qualche motivo a lei magari sconosciuto, abbia investito nella carriera lavorativa e non sia riuscita coltivare i rapporti e le relazioni. Non perché lei non ne sia capace, ma perché la vita le ha dato altre opportunità prima.
Penso che possa esserle utile un percorso psicologico breve per capire meglio alcuni lati del suo carattere e sue esperienze di vita....insieme si potrebbe comprendere meglio quali sono i meccanismi che poi portano al naufragio delle relazioni e trovare nuove strategie per evitare ciò.
A disposizione, anche in video consulenza Dott.ssa Marchetto Christina
www.christinamarchetto.it