Luisa  domande di Psicologia e dintorni  |  Inserita il 25/03/2018

Ragusa

Tiroidite di Hashimoto, fibromialgia e depressione

Salve.Sono una signora di 43 anni.In questo periodo sto veramente male.Tutto è iniziato due anni fa quando ho scoperto di soffrire di Tiroidite di Hashimoto e adesso so di soffrire anche di fibromialgia che mi sta annientando sia fisicamente che psicologicamente. Non ho più voglia di fare nulla.Mi sento tanto in colpa perché non riesco neanche a giocare con i mieii bimbi e mi dispiace che loro mi vedono così.Farei qls cosa per ritornare a vivere Ho sempre brutti pensieri e tanta paura per il futuro.

  3 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Anna Marcella Pisani Inserita il 26/03/2018 - 15:33

Roma - Cassia, Flaminia, Tor di Quinto, Cesano, Fo
|

Buongiorno Luisa,
Dal suo racconto percepisco in lei un vissuto di solitudine che forse le impedisce di chiedere aiuto e sostegno a chi le sta attorno. Può rivolgersi a suo marito o ad altri familiari per condividere il suo malessere? Questo potrebbe risollevarla un po' e farla sentire meno sola soprattutto nell'accudimento dei suoi bambini.
Comprendo il suo senso di colpa per non riuscire a giocare con loro e da ciò deduco che prima di questo periodo lei sia stata una madre affettuosa ed attenta,ma forse abituata a fare da sola.
In questo momento,considerate le patologie descritte, può essere utile per lei chiedere aiuto ai suoi familiari.
Inoltre, quanti anni hanno i suoi bambini?se sono in età scolare, hanno già acquisito un'evoluzione affettiva che consenta loro di comprendere in parte la sua condizione e starle vicini per quello che possono,senza giudicarla.
Un caro saluto
Dott.ssa Anna Marcella Pisani (Roma)

Dott.ssa Mariangela Spera Inserita il 25/03/2018 - 18:35

Siena
|

Cara Luisa, dalle sue parole è fortemente percepibile il disagio e il malessere che sta accompagnando la sua vita negli ultimi anni. Da una parte le malattie con tutti i sintomi, i dolori, le difficoltà, le paure e il senso di insicurezza e di fragilità che esse portano, e dall’altro le relazioni con i suoi figli, verso i quali si sente responsabile e mancante. Credo che le sarebbe molto di aiuto un percorso psicologico, come sostegno per affrontare questo momento faticoso e carico di sofferenza. Un percorso che le permetterebbe anche di ricostruire la storia e il senso delle vicissitudini che sta attraversando e di individuare e rafforzare le sue risorse e quelle del suo contesto, di chi le sta accanto.

Dott.ssa Daniela Vinci Inserita il 26/03/2018 - 23:18

Gentile Luisa,
Mi dispiace per quello che sta vivendo. Comprendo la sua sofferenza ma può sicramente ritrovare la forza per stare meglio, non solo per i suoi figli ma anche per se stessa. Ha pensato di rivolgersi ad uno psicologo per intraprendere un percorso? Potrà aiutarla a comprendere quello che le accade e ad affrontare il presente in vista di un futuro soddisfacente.
Resto a disposizione,
Dott.ssa Daniela Vinci
Arluno (MI)