Antonio Coco

Dott. Antonio  Coco  Psicologo Psicoterapeuta albo #2916 - Puglia

  •  LE
    provincia
  •  0
    apprezzamenti

   Descrizione

Sono il dr. Antonio Coco Psicologo e Psicoterapeuta.

Ho conseguito la Laurea Specialistica in “Psicologia Clinica dello Sviluppo e delle Relazioni” presso l’Università degli Studi di Bari "Aldo Moro" e la Specializzazione in Psicoterapia presso la Scuola Superiore di Formazione  quadriennale dell’Associazione I.B.T.G. – Scuola Gestalt di Torino (riconosciuta dal MIUR - Ministero dell'Istruzione, Università e Ricerca con D.M. 29/01/02 – GU 42 del 19/02/02).

Sono Abilitato all'Esercizio della Professione di Psicologo e Psicoterapeuta ed Iscritto all'Ordine degli Psicologi della Regione Puglia con il n°2916.

Sono socio fondatore dell’Associazione di Promozione Sociale “Questione di Sguardi”.

Nel corso della mia carriera professionale sono stato consulente per varie cooperative sociali del territorio piemontese, lavorando in qualità di Psicologo, Direttore di Struttura e referente per vari progetti in ambito sociale ed assistenziale. Durante queste esperienze ho avuto la possibilità di misurarmi con peculiari dimensioni professionali quali: il coordinamento delle attività  dell’équipe psicosociali, la promozione di percorsi di counselling e sostegno psicologico rivolto ai richiedenti Asilo Politico e rivolto a casi di Vittime di Tortura, il supporto psicologico e percorsi volti al coping dello stress rivolto  agli operatori di centri socio-assistenziali, la promozione di percorsi inerenti il benessere psico-fisico rivolti a pazienti diversamente abili e adolescenti.

 Ho collaborato con Centri di Salute Mentale e con i Servizi Socio-Sanitari territoriali ampliando le competenze cliniche e occupandomi di Etnopsichiatria con pazienti che soffrono di disturbi d'ansia, attacchi di panico, disturbi dell'umore, della personalità, disturbi psicotici, traumi.

Attualmente, svolgo attività privata presso il mio studio di psicologia a Bari, in Via G. Suppa 28 e presso il mio studio privato ad Alezio (Lecce).

Con l’Associazione “Questione di Sguardi” sono impegnato in attività volte a:

 a) sostenere azioni relative al rafforzamento dei legami di comunità, alla prevenzione del disagio, alla pro- mozione della salute e del benessere, alla solidarietà, alla coesione sociale, al potenziamento delle reti sociali, attraverso percorsi clinici, di sostegno e di accompagnamento a favore di singoli e di gruppi.

b) promuovere interventi volti alla prevenzione e al trattamento delle situazioni di disagio psichico e di esclusione sociale, favorendo processi di inclusione sociale, con particolare attenzione per quei soggetti considerati a rischio di emarginazione o stigmatizzazione.

c) favorire interventi di prevenzione primaria, secondaria e terziaria del disagio psichico e sociale, sostenendo la persona e la collettività nelle diverse fasi del ciclo vitale.

d) promuovere buone pratiche in ambito di psicologia clinica, psicoterapia, etnopsichiatria, psichiatria sociale e di comunità, psicologia del lavoro e delle organizzazioni, psicopedagogia, psicologia dell’emergenza, nel contesto di interventi di sostegno, assistenza e cooperazione svolti dall’associazione stessa o da altri enti.

In varie scuole del territorio piemontese sono stato l’ideatore ed il responsabile di numerosi laboratori rivolti ad alunni di scuole elementari e medie inferiori affrontando tematiche quali: l’educazione sessuale, l’integrazione, le relazioni tra pari, la cittadinanza digitale, la diminuzione della dispersione scolastica.

Nel mio modello di lavoro, il modello Gestaltico, paziente e terapeuta si incontrano in una relazione che mira a ripristinare l’autoconsapevolezza che viene a mancare quando si manifesta una sofferenza di tipo psicologico.  Questo percorso può essere realizzato ristabilendo la capacità di discriminazione del paziente, che, attraverso la relazione terapeutica viene sostenuto nello scoprire cosa è e cosa non è lui stesso, cosa lo realizza e cosa lo frustra. La persona viene guidata verso l’integrazione, nella ricerca del giusto equilibrio e del confine tra sé e il resto del mondo.

In quest’ottica, quindi, un modello armonico di vivere prevede un continuo, armonioso e ritmato processo di apertura e chiusura verso l’ambiente. 

Per altre informazioni: www.psicologococo.it

Indirizzo studio Antonio
   50  € in studio a partire da

   Percorsi di crescita

  • Tecniche di rilassamento

   Approcci terapeutici

  • Terapia gestalt
"...ma non tutte le cose che abbiamo reso lievi meritavano di diventarlo..." E. De Martino