Antonio  domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 23/03/2018

Roma

Conoscenze ed ex ragazzo

Gentili professionisti,
vorrei proporvi un quesito della mia attuale situazione ed avere una prima idea da qualcuno al di fuori.
Sono un ragazzo di 24 e sto conoscendo un altro ragazzo di 26, da pochi mesi ( 2 ) di solito ho occhio a capire le persone lui un po meno, vorrei tanto che questa frequentazione si evolva e lui mi sembra preso.
Ha come migliore amico il suo ex ( una relazione di 3 mesi circa di 3 anni e mezzo fa ) si vedono una volta a settimana e si sentono un paio di volte a settimana tramite whats'app non è regolare la cosa a volte più a volte meno, la regolarità invece è nel vedersi 1 volta a settimana.
Da persona matura ho accettato comunque la condizione, senza avere problemi è ovvio che in me sorgono dei dubbi, io comunque mi impegno nei suoi confronti qualsiasi gesto che sia di conforto, felicità o anche alzarsi presto per accompagnarlo da qualche parte. Ha sempre impostato questa conoscenza in termini di amicizia, ma dopo 1 mese scatta il primo bacio e così via fino ad avere anche rapporti. Ci vediamo 2 o 3 volte a settimana ( questa settimana purtroppo solo 1 ) e spesso sono io a chiederglielo alchè ho deciso di non dover chiedere più vorrei partisse più da lui l'innesco di volerci vedere.
Questa amicizia nelle sue affermazioni non è mai successo nulla, è un tipo che preferisce stare a casa e non uscire più di tanto, e spesso i loro incontri amichevoli avvengono lì. Da parte sua me lo dice sempre quando si vedono e non ha problemi a farmi vedere le loro conversazioni cosa che io ho rifiutato di leggere più volte.
Io ho fatto chiarezza sulla mia intenzione di questa conoscenza, va bene l'ex amico ma fra di noi in un futuro vorrei si concretizzasse in un relazione. ( ci sentiamo ogni giorno molto spesso ) tengo ad essere presente per ogni cosa senza dover essere troppo pesante.
Da quello che ho capito lui non se la sente per via appunto di questa sua amicizia a cui non vorrebbe rinunciare in quanto scomoda ( ribadisco di aver accettato questa condizione ) per via dell'università e tanti suoi pensieri su relazioni antecedenti andate male ( ho appunto espresso il parere di aspettarlo non so per quanto e ne è al corrente, anche se appunto lo vedo motivato e pian piano sta avendo un comportamento più da coppia che da amico, ribadisco che oltre il sentirci sempre quando stiamo insieme comunque non mancano affetti e sesso. )
Veniamo al dunque questo ex è una palla al piede, lo sto facendo aprire pian piano, mi da fastidio il fatto che per qualsiasi battuta lui lo difenda o che magari si vedono quando comunque io ho voglia di vedere lui... ( proprio ieri mi disse che oggi si vedono) me lo ha detto prima di andare a dormire ( grazie ) poche parole, che si vedono e che ha " paura di dirmelo " perchè poi ci rimango male, al mio perchè di questo timore se la cosa è sana e non preoccupante. Alchè ho ribadito che comunque se mai dovesse succedere qualcosa almeno di avvisarmi e non prendersi gioco di me, lui ha ribadito sempre che non ci sono giochi da parte sua, poi mi ha declinato subito con una buona notte, ( mi sono sentito un po trattato con sufficienza, come a dire io te l'ho detto apposto con la coscienza) cosa fanno durante questi incontri? vedono film chiacchierano e cosi via.
un giorno però parlando di tutto, e anche di relazioni precedenti, gli chiesi se c'era qualcosa che non si era pentito di fare e che se nel corso del tempo non cambiereste o rifarebbe era appunto questa pseudo relazione con questo tipo. Però ora afferma che non c'è nulla se non una forte amicizia.
la mie domande sono...
come comportarmi? non voglio perderlo è ovvio e cerco di stargli vicino e volere il meglio, ma in queste serate in cui si vedono dentro di me muoio letteralmente non so come comportarmi ( è vero che mi scrive anche quando si vedono anche se ci sono silenzi stampa anche di 1h capisco che è poco ma agli inizi... ) pure il fatto di uscire... ed anche ho come la sensazione di essere messo in secondo piano delle volte mi dispiace di questo delle sue attenzioni sono aperto a sostenerlo ma non so come alcune volte.

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Anna Marcella Pisani Inserita il 24/03/2018 - 10:06

Roma - Cassia, Flaminia, Tor di Quinto, Cesano, Fo
|

Buongiorno Antonio,
La situazione che descrive mi sembra poco chiara a livello relazionale. Nel senso che non c'è una definizione di ruoli ed eventuali progetti nel vostro rapporto.
Da ciò scaturisce la differenza nei vostri atteggiamenti e priorità, soprattutto rispetto ad altre persone, tipo l'ex.
L'ambiguità nella definizione di un rapporto può garantire una certa durata,ma ne compromette la qualità affettiva in modo significativo.
Quindi,se vuole costruire qualcosa che vada oltre l'amicizia può manifestarlo chiaramente al suo amico e verificare le sue intenzioni ed eventuali progetti.
Come mai non l'ha fatto finora? Cosa la inibisce?
Mi sembra che da parte sua ci sia una chiarezza rispetto ai sentimenti che prova,quindi perché nasconderlo?
Ci pensi.
Un caro saluto
Dott.ssa Anna Marcella Pisani (Roma)