Federico  domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 22/10/2019

Palermo

Stare con lei o lasciarla? Come chiarire questo dubbio?

Salve,
ho 24 anni e sto da circa un anno con una ragazza speciale. È veramente importante per me, prima relazione.
Ho avuto un passato burrascoso con l'altro sesso, che mi ha portato parecchia sofferenza e paranoie (principalmente riguardo il mio aspetto fisico) ed una ricerca della perfezione estetica in me e nella mia ideale ragazza.
La reputo carina esteticamente, con caratteristiche uniche, tipo una dolcezza infinita, generosa, sincera, solare, con la risposta pronta.
È per me perfetta realmente da questo punto di vista, nessun dubbio. È anche innamoratissima e fedele. Se provo ad immaginare la mia vita tra 10-15 anni con una famiglia e dei figli vorrei lei al mio fianco, senza ombra di dubbio.
Però, nonostante ciò, ho alcuni problemi importanti che vanno avanti da tempo e che non so siano causati dal mio passato, dal mio focalizzarmi sugli aspetti negativi oppure da una semplice e cruda incompatibilità.
Non sono attratto esteticamente da lei, poche volte realmente in un anno, e non ho voglia di andarci a letto; sembro asesssuato con lei, nonostante sia estraneo a tale aggettivo.
Preferisco (e lo apprezzo/ apprezzavo molto) stare abbracciato con lei a farci coccole. È capitato in un anno che abbia avuto qualche desiderio sessuale, non causato dalla curiosità della prima relazione ma da una vera e propria attrazione verso lei, ma poche volte realmente.
Inizialmente non ero geloso, poi lo diventai, e ora non lo sono affatto (non so se è perchè non ci tengo oppure perchè non mi da alcun motivo per esserlo e ho fiducia al 100% in lei).
Oltre questo, sono molto attratto da ragazze che vedo giornalmente per strada, e arrivo a mangiarmi le mani e rosicare per questo, immaginando cosa potrebbe essere il sesso con loro ed essendo particolarmente incuriosito nel provarci visto che prima non riuscivo ed invece ora sono cambiato e so che posso;Non la tradirei mai, ma avrei forti tentazioni penso nel farlo.
Lei non mi attraeva nemmeno tantissimo ad inizio o prima della relazione, la baciai perchè era un'occasione da non perdere per sbloccarmi piuttosto perchè fossi preso. Non che non mi piacesse completamente, però non era il mio prototipo o ideale di ragazza, diciamo che la ritenevo carina senza esserne particolarmente attratto però.
Anche ad inizio relazione,come ora (ma ora passiamo tanto tempo insieme) dopo un'uscita, nonostante l'entusiasmo iniziale, tornavo a casa tipo annoiato, forse per le aspettative troppo alte che avevo dal passato (Forse anche perchè ho sempre pensato in passato che la prima ragazza dovesse essere una ragazza bellissima, per mille motivi, ma la mia ragazza non rientra in tale caratteristica, nè mi dava particolari ansie da approccio o forti tensioni sessuali che mi hanno dato invece altre ragazze con cui ho parlato in passato per me bellissime)
Parlargliene significherebbe lasciarci. In passato gliene parlai, ci lasciammo e spinsi per tornare insieme nella speranza di cambiare approccio per vedere se poteva andare avanti. Ovviamente per non perderla non gliene parlai più.
RICAPITOLANDO:
PRO= fantastica, speciale, dolce e divertente. non vorrei mai perderla.
CONTRO= non sento magia (come invece aspettavo,purtroppo però non posso fare confronti non avendo avuto altre esperienze), non mi sento preso e non sono attratto.
I DUBBI IN QUESTIONE SONO I SEGUENTI.
1)la mia può essere una "dipendenza affettiva" verso la prima ed unica persona che mi è sempre stata accanto, anche in momenti di tristezza personale magari per tensioni familiari, e quindi la vedo più come un'amica essendoci affetto ma pochissima attrazione e quindi sarebbe più giusto lasciarmi?
2)e perchè se la vedo come solo un'amica, anche se è il mio prototipo di donna per alcuni aspetti, non vorrei perderla mai, vedo lei come immagine di famiglia per la vita e non voglio lasciarla?
Sto spesso male per questo, entro in paranoia e vedo il bicchiere sempre mezzo vuoto.
-se sto con lei ho dubbi e a volte periodi da asessuato totale e sto male per questo. Mi sento un traditore a guardare altre ragazze.
-se penso a lasciarla sto molto male visto che non solo la farei soffrire tantissimo, ma soffrirei tantissimo anche io e me ne pentirei sicuro per l'immenso dolore/ mancanza.
Lasciarla è l'ultima cosa che vorrei, non provo emozioni forti è vero, però so che è speciale, mi piace tanto come persona e quando guardo una sua foto mi spunta il sorriso (o le lacime se penso che debbo lasciarla).

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Letizia Del Carratore Inserita il 24/10/2019 - 14:50

Milano
|

Buongiorno Federico,
più volte ha scritto che la sua ragazza è speciale, provi a scrivermi perchè per lei è speciale, che cosa intende?