Giuseppe domande di Psicologia e dintorni  |  Inserita il 17/10/2015

Agrigento

Pensare male della propia famiglia

salve sono un ragazzo di 29 anni vivo con la mio padre mia madre e mio fratello, sono 30 anni che mio padre cerca di fare capire la vita a mia madre, ma non riusciamo più a reggere la situazione. sto scrivendo in modo sintetico ma ci vorrebbero 7 libri per raccontare tutto quello che gli frulla nel cervello, sono arrivato al punto che ogni singola parola ogni gesto che facciamo gli sembra rivolto contro di lei, gia due volte siamo arrivati con il TSO.. dove la situazione non poteva reggere più. non fa altro che ripetere sempre le stesse cose anche cose ke sono successe 20 anni fa. si sveglia la notte e inizia a parlare fino a quando non gli scoppia la testa e non sa più che dice..non cucina non fa neanche la spesa con tutto ciò che ogni giorno proviamo a dargli la spinta x fare qualcosa. so ke ha avuto una vita difficile nella sua infazia a rifiutata tutta la sua famiglia la famiglia di mio padre e ogni giorno rifiuta a noi. ma lei non lo capisce che noi la vogliamo bene è ogni singolo giorno proviamo a spiagare tutto quelle cose insignificante che dice che non ha bisogno di prendersi tutto stu malessere perchè non ce niente di tutto quello che pensa.. io non ho mai parlato con un Dott, mi sono sentito sempre una persona forte anche perchè sin da piccolo invece ke lei spiagare la vita ame io dovevo spiagare la vita a lei. siamo andati avanti in questa famiglia solo grazie a mio padre perchè ho un padre con tanta ma tanta pazienza e forza ma ogni giorno che passa non riesco più a vedere il sorriso in faccia. ora penso che ho vero bisogno di aiuto.. neanche le preghiere a Dio mi bastano.. ma sono arrivato al punto che da solo non riesco a trovare più una soluzione. Per Favore.

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Simona Guglielmucci Inserita il 19/10/2015 - 09:41

Roma - Cinecittà, Romanina, Morena, Ciampino
|

Caro Giuseppe, la situazione familiare che descrivi deve essere molto pesante. Nonostante la tua forza e la tua pazienza siano stati fondamentali nel sostenere e crescere con la tua mamma, così in difficoltà, io credo sia molto importante anche riconoscere i propri limiti, così come tu stai facendo con questa richiesta.
Tuttavia questo è molto doloroso, perché dopo tanto impegno le soluzioni che da sempre ci hanno dato una sensazione di controllo sulle cose sembrano vane, ed è difficile trovarne altre che ci facciano stare bene e ritornare il sorriso. Per questo credo ti possa essere utile fare delle consulenze con uno specialista.
Io ti consiglio di rivolgerti ad uno psicoterapeuta della tua zona, magari consultando questo portale stesso, o eventualmente di chiedere una consulenza online.
Un caro saluto
Dr.ssa S. Guglielmucci