Tahyluma  domande di Genitori e Figli  |  Inserita il 08/02/2020

Belluno

Il padre biologico di mia figlia

5 anni e mezzo fa è nata la mia primogenita, Jasmine. Suo padre per 1 anno e mezzo (cioè il periodo in cui siamo stati insieme) mi ha tradita diverse volte e messo le mani addosso in diverse occasioni fino al giorno in cui ho deciso di andare via di casa (la bambina aveva 2 mesi). Da quel momento lui ha cercato in tutti i modi di riallacciare il rapporto con me ma io non ne ho piu voluto sapere. Così si è allontanato e non ne ha più voluto sapere nemmeno di sua figlia. Qualche mese dopo ho conosciuto mio marito. Jasmine aveva 10 mesi. Col passare del tempo e soprattutto con l'arrivo del secondogenito la bambina ha iniziato a chiamare mio marito, che inizialmente lo chiamava per nome, PAPÁ. In quel momento, e seguendo il consiglio della pediatra, abbiamo lasciato le cose così. Ci hanno detto che la bambina aveva iniziato a chiamare mio marito così per non sentirsi inferiore a suo fratello. fino ad arrivare ad oggi, che a breve comincia la scuola e vorrei lei venisse a conoscenza che mio marito non è suo padre e vorrei raccontarle (per quanto poco) la verità. Premetto che ad oggi suo padre biologico, del quale la bambina porta il cognome non si è piu fatto vivo. Come posso fare? Attendo risposta
Grazie

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott. Fabio Rapisarda Inserita il 08/02/2020 - 16:23

Buongiorno, innanzitutto essere il padre biologico non sempre corrisponde (e questo è il suo caso) con la persona che poi si prenderà cura del bambino. Come dimostrano anche le adozioni, soprattutto se avvenute in tempi precoci (entro il 1°-2° anno di vita), i bambini tendono a considerare come genitori le persone affettive della famiglia che si stanno realmente prendendo cura di loro, più di quelli adottati in epoche successive che tendono a fare un distinguo tra genitori biologici e quelli adottivi. Nel suo caso, visto anche che il padre naturale non si è mai interessato della figlia, seguirei i consigli della pediatra di lasciare le cose come sono, perchè il considerare suo marito come papà, fa sentire sua figlia maggiormente integrata nel nucleo familiare. Al limite, quando sarà più grande avrà tutto il tempo per spiegarle con calma come stanno le cose.