emy domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 03/01/2015

Padova

ansia da brutti pensieri

Buongiorno,sono una ragazza di 24 anni che è a pochissimi esami dalla laurea di ingegneria.Sono una ragazza solare,ottimista,combattiva,con tanti amici ma sono anche una ragazza sensibile e a volte ansiosa.Ho una splendida famiglia e un ragazzo che amo molto.Questi ultimi 5 anni sono stati particolarmente duri,ho perso due nonni giovani(uno morto a tbc ,l'altro da poco morto da sla)inoltre mio papà ha avuto problemi di natura lavorativa(che però ha cercato di far pesare relativamente in famiglia).A settembre sono riuscita dopo aver tanto patito a sostenere un esame che mi bloccava la mia carriera universitaria,quest esame è stato il mio pensiero fisso negli ultimi 3 anni,mi ha portato via tante tante energie.Ero entusiasta quando l'ho passato,alle stelle perchè finalmente a breve potrò laurearmi.Il mio problema è nato subito dopo.Uno dei giorni successivi leggendo di una ragazza che si era tolta la vita mi sono sentita improvvisamente turbata e agitata,ho avuto forti attacchi di ansia che ora stanno di molto diminuendo anche se ho una continua agitazione di fondo perchè dopo aver letto quella notizia ho avuto paura anch'io di potermi far del male,di togliermi la vita.Io amo tutto quello che ho ma quel pensiero provato di punto in bianco mi fa tremare,mai fino ad allora avevo pensato una così brutta cosa.Ogni tanto durante la giornata,soprattutto di mattina mi torna questo pensiero,al quale cerco di dar poca retta continuando con le mie attività quotidiane anche se a volte mi sento spaventata da questo pensiero e penso e se un giorno volessi lasciar tutto? e se non fossi in grado di affrontare le sfide che mi si porranno?.Lei che ne pensa? La ringrazio tanto!

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Valentina Nappo Inserita il 12/01/2015 - 16:30

Gentile Emy,

i pensieri brutti sono una "spia", nel senso che ci dicono che c'è qualcosa di cui dobbiamo occuparci e che non possiamo più ignorare. Inoltre, il pensiero specifico di morte potrebbe avere un significato preciso che è difficile dedurre senza conoscere nei dettagli la sua storia.
Può farlo, tuttavia, richiedendo un consulto ad uno psicologo della sua città. Se non sa a chi rivolgersi, può fare riferimento anche a questo portale per un'eventuale ricerca.

Un caro saluto
Dr.ssa Valentina Nappo - Napoli
Psicologa e Psicoterapeuta individuale, di coppia e familiare
www.pscodialogando.com/

Dott.ssa Valentina Mossa Inserita il 07/01/2015 - 21:01

Cara Emy,
la tua sensibilità potrebbe averti portato - nel quadro di un periodo fortemente stressante- ad avere questo pensiero negativo che pian pianino sta diventando una fissazione.
Ti consiglierei di valutare l'idea di rivolgerti ad uno specialista nella tua città per comprendere al meglio costa stia accadendo e per aiutarti a superare questo momento che potrebbe essere passeggero.
Un caro saluto ed un forte in bocca al lupo,

Dott.ssa Valentina Mossa
www.valentinamossa.com