lucia  domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 27/09/2021

Agrigento

Disagio derivante da capelli

Ciao, scusate se vi disturbo per un motivo apparentemente di poco conto... Però è un problema legato al mio aspetto che a me provoca veramente tanto disagio.
I miei capelli hanno una crescita praticamente nulla (crescono forse 2-3 cm in un anno), e in passato ho avuto periodi di semi-alopecia in cui ne perdevo a ciocche, per poi ricrescere, ricadere ecc... Ho provato di tutto (ma davvero di tutto) dal punto di vista medico ma niente, non c'è soluzione, devo solo riuscire ad accettarmi e non soffrirci troppo...
Adesso il problema è che dopo un periodo "buono" in cui sono riuscita a farli crescere un po' ed ero riuscita quasi a piacermi (con tanta soddisfazione), sono andata dal parrucchiere per provare a dare una sistemata e dar loro finalmente una forma... E lui ha deciso, nonostante le mie mille raccomandazioni, di tagliarli molto più corti del previsto vanificando mesi/anni di duro lavoro. Mi sento di nuovo orribile, non riesco a guardami allo specchio e uscire di casa... Veramente mi sembra di aver buttato via un sacco di fatica... Non so più cosa fare, sono stufa, so che questo può sembrare una cosa da nulla ma davvero io sto cadendo in depressione quasi, mi sento limitata nella mia vita per questo. Tutto perché mi ero illusa di poter essere finalmente guardabile e invece ho ancora i capelli cortissimi, per l'ennesima volta. Se avete qualche idea su come affrontare questa cosa vi ringrazio...

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Manuela Leonessa Inserita il 29/09/2021 - 14:21

Torino
|

Buongiorno Lucia,
se il problema le procura tutto questo disagio allora non è di poco conto. L’aspetto è importante, è il nostro primo biglietto da visita: considerarsi penalizzati a causa del proprio aspetto fisico può creare, oltre alla sofferenza, difficoltà legate all’ansia, all’autostima, difficoltà di socializzazione. Vede che non è un problema di poco conto?
Le è mai capitato di incontrare una persona da lei considerata davvero brutta, che appariva disinvolta e addirittura a proprio agio con se stessa?
Per farla semplice e politicamente scorretta: perché certe persone brutte si piacciono e altre più carine no?
Non conta l’aspetto ma come ci giudichiamo. Lei giudica il suo aspetto inaccettabile, ma sicuramente il suo giudizio non corrisponde a verità. E’ un giudizio che merita di essere corretto.
Imparare a modificare i modelli di pensiero negativo che usa per giudicare se stessa le insegneranno a valorizzare ciò che di bello c’è in lei.
Oggi lei nota solo i suoi capelli corti, domani potrebbe scoprire che intorno ad essi c’è una persona intera che non è niente male.
Mi chiami se vuole approfondire.
Un caro saluto, Dott.ssa Manuela Leonessa