Ilaria  domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 26/05/2021

Roma

Emofobia o ansia?

Buongiorno,
Ho 29 anni e da diversi anni lavoro come assistente in studio odontoiatrico, un lavoro che mi piace e mi appassiona, in particolare la branca della chirurgia. Da qualche mese però ho la sensazione di svenire mentre assisto a interventi di chirurgia orale (in particolare sento che mi "impressiono" nel vedere la gengiva che si stacca dall'osso). Non mi ha mai creato problemi, anzi non vedevo l'ora di assistere a interventi di chirurgia. Non riesco a capire la ragione di questi stati d'animo incontrollabili e improvvisi ma che diventano sempre più frequenti.
Qualche mese fa mi sono sottoposta a un intervento di chirurgia orale di cui ho sempre avuto paura e da allora è come se immaginassi tutto quello che vedo su di me. Inoltre sto vivendo un periodo di forte stress nella mia sfera personale.
Vorrei capire se è una cosa momentanea e se posso fare qualcosa per arrivare all'origine di questa sensazione, mi spaventa l'idea che il mio lavoro sia compromesso da stati d'animo che non riesco a controllare. Attualmente riesco ancora a tenere sotto controllo la respirazione, seppur a fatica, e distrarmi almeno il tempo di far passare la sensazione di svenimento.
Ringrazio chiunque abbia il piacere di rispondermi e indirizzarmi verso una riflessione o soluzione.
Ilaria

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Anna Marcella Pisani Inserita il 26/05/2021 - 12:12

Roma - Cassia, Flaminia, Tor di Quinto, Cesano, Fo
|

Buongiorno Ilaria,
da quanto narra, mi pare di capire che i due eventi descritti ("mi sono sottoposta ad un intervento" e "sto vivendo un periodo di forte stress nella mia sfera personale"), possano aver contribuito ad innalzare il suo livello generale di attivazione, generando il disagio lavorativo ("mi impressiono").
Quindi, dal mio punto di vista, affinchè questa resti una fase "momentanea" di difficoltà, è necessario che lei possa comprendere da dove nascano questi "stati d'animo", per poi riscire a controllarli.
Una consulenza psicologica individuale in presenza oppure on line può aiutarla in questo scopo, fornendole, in primis, degli strumenti pratici mediante cui gestire, ad esempio, la "sensazione di svenimento", ed in sencondo luogo, lavorando più a fondo sull'origine di tali stati emotivi.
Pertanto, le consiglio di ricercare uno psicoterapeuta che le ispiri fiducia ed affidarsi a lui.
Un caro saluto.
Dott.ssa Anna Marcella Pisani (Roma).