Maria  domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 25/09/2019

Agrigento

Lasciare o continuare università?

Salve,
è da tanto che non riesco a trovare pace nella mia vita e so che tutto dipende da me. Ho una laurea in lingue grazie alla quale riesco più o meno a lavorare. Tuttavia durante i corsi universitari ho capito che non era ciò che volevo fare nella vita e che avrei voluto prendere un’altra laurea. L’ambito a cui con tanta fatica ho capito di aspirare è quello di neuroscienze. Già al liceo avevo fatto una tesina in questi ambito perché mi ha sempre affascinato. Così tentai il test a medicina, con esito negativo. Decisi così di iscrivermi a psicologia avendo letto che ci sono corsi specifici di neuroscienze e la possibilità di intraprendere un dottorato. Tuttavia non riesco a trovare pace. Sento di non aver fatto la scelta giusta e che psicologia non riesca a farmi arrivare a ciò che desidero. E non so se questo miei pensieri negativi derivino solo dalla paura di ciò che pensano gli altri di me e della mia scelta di psicologia. Parecchie persone mi hanno demotivato e non so se quindi questo mio blocco derivi da me o dalla paura che ho del giudizio altrui, sempre stato presente nella mia vita. Non so se fermarmi e magari riprovare il test di medicina, se fermarmi e basta o se continuare...
Grazie per l’attenzione
Medicina e

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Anna Marcella Pisani Inserita il 25/09/2019 - 22:42

Roma - Cassia, Flaminia, Tor di Quinto, Cesano, Fo
|

Buonasera Maria,
Da ciò che scrive, mi sembra di capire che lei sia più incline all'azione (laurea in lingue, psicologia ecc) che all'autoriflessione.
Quest'ultima può rappresentare per lei uno spazio all'interno del quale entrare in contatto con sé stessa, con i suoi bisogni e desideri, al di là del giudizio altrui.
Consideri, infatti, che una laurea in psicologia o in qualsiasi altra disciplina, può consentirle di "arrivare" dove lei sente di poter "arrivare".
Per sapere questo è indispensabile approfondire la conoscenza di sè, ossia avvicinarsi a Maria, capire come stia al di là della questione specifica che ha descritto qui.
Da cosa può originarsi, secondo lei, la sua paura del giudizio altrui che immagino abbia accompagnato da sempre la sua vita?
Cosa teme possa accedere qualora dovesse contravvenire ai consigli/ indicazioni altrui?
Una consulenza psicologica individuale può aiutarla a fare luce su questi aspetti consentendole di decidere in piena consapevolezza e libertà ciò che desidera essere e fare nella sua vita.
Un caro saluto.
Dott.ssa Anna Marcella Pisani (Roma).