Alexandra domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 06/06/2017

Napoli

Il mio ragazzo non vuole fare l'amore con me

Buonasera,
Ho 25 anni e da due anni vivo in Germania. Qui, quasi un anno fa, ho conosciuto il mio attuale ragazzo. 26 anni, Campano come me, cresciuto qui in Germania. Ê stato amore a prima vista. Lui ha fatto di tutto per conquistarmi ed ogni giorno mi dimostra il suo amore con la sua dolcezza. Lui rappresenta per me tutto ciò che ho sempre cercato in un ragazzo:bello, intelligente, sensibile, educato. E lui dice lo stesso di me. Per il mondo siamo la coppia perfetta:belli, giovani ed innamorati. Ma non è tutto oro ciò che luccica. Fin dall'inizio lui è stato bloccato sessualmente verso di me. Diceva di essere così innamorato da sentirsi bloccato, quindi l'approccio è sempre partito da me, tra mille mie ansie e preoccupazioni. Poi le cose sono un po' migliorate. Avevamo trovato la nostra sintonia sessuale, era bellissimo, mai avuto orgasmi così. Ma la frequenza era una volta ogni 3 settimane (stavamo insieme da 3-4 mesi!) Così io ho iniziato a pretenderlo più spesso, e per un motivo o un altro lui si arrabbiava diceva che io gli mettevo pressione, e che rovinavo tutto. Io ho provato a smettere, a non dirgli niente, ma la situazione non è mai migliorata, anzi. Ad oggi sono quasi 4 mesi che non facciamo l'amore (stamo insieme da 9mesi) e più volte io dall'ansia ho avuto scatti di ira e/o crisi di pianto... Lui ha ufficialmente ammesso anche a se stesso di avere un problema, un blocco, dice che non è mancanza di desiderio verso di me, ma lui ha paura di sbagliare. Io non so più cosa fare. Sono distrutta. Disperata. Può un amore così grande, bello e profondo, finire per questo motivo? Cosa posso fare? Sono pronta a lottare per il mio grande amore.

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Patrizia Niddomi Inserita il 06/06/2017 - 22:31

Carissima Alexandra
Alla sua età la sessualità è una dimensione vitale necessaria alla coppia, è ossigeno, è contatto, condivisione, è un veicolo essenziale di affettività. Pertanto direi che si, anche un amore grande può finire se non si trova insieme il soddisfacimento anche di questa dimensione.
In effetti potrebbe essere utile che il suo ragazzo si rivolgesse ad un medico per escludere qualunque causa organica che possa aver generato le prime difficoltà. In seguito a fallimento è assolutamente normale entrare in ansia e non riuscire ad affrontare il rapporto sessuale con la tranquillità che necessita. E l'evitamento che ne deriva è una reazione molto frequente. Se il medico dovesse confermare che è tutto a posto allora potrebbe consigliare al suo compagno di parlare con uno Psicoterapeuta che possa aiutarlo a capire l'origine di questa difficoltà e valutare insieme un percorso individuale o uno di coppia.
Un caro saluto
Dott.ssa Patrizia Niddomi
Psicologa-Psicoterapeuta
Firenze