Raimondo domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 17/05/2017

Bergamo

Siamo una coppia in crisi

Ho 57 anni, sposato da 31 con una donna, madre, moglie favolosa. Negli anni l'ho tradita spesso, solo per sesso, per la voglia di evasione, per la ricerca dell'estremo, ma sempre con donne sposate. Il 27 marzo 2016, in piena crisi di coppia, dietro sua insistenza gli ho confessato i miei tradimenti. E' stato un crescente declino. In piena crisi lei si è iscritta nelle chat, ha conosciuto altri uomini, è entrata in confidenza intima, tanto da frequentarne assiduamente uno di questi rifugiandosi sovente in casa sua per qualche ora e ciò sino a circa un mese fa, asserendo di non essersi mai spinta oltre e di non aver avuto rapporti sessuali. Nel frattempo anche io, ferito da ciò ho visto altre donne, solo per sesso, Ora ci stiamo separando consensualmente, soddisfacendo una sua esplicita richiesta. Ho paura che dietro ciò possa esserci altro, se non un suo ben delineato piano strategico, oppure può essere un segnale netto in conseguenza del quale si può gettare nuove basi di rispetto e correttezza per ripartire? Può accadere questo? La amo più della mia vita ed abbiamo due figli, maggiorenni ed affermati, nati dal nostro Amore, che sono la nostra vita. La ringrazio per l'attenzione

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Patrizia Niddomi Inserita il 17/05/2017 - 19:35

Gentile Raimondo
ogni coppia trova i suoi equilibri non solo in base a ciò che desidera ma anche coerentemente con le proprie possibilità. Mi sembra di capire che ha confessato a sua moglie i suoi tradimenti su sua insistente richiesta e ciò mi fa pensare che sua moglie aveva certamente intuito ciò che avveniva ma solo dopo 30 anni ha ritenuto di poter accogliere questa verità. In 30 anni, Raimondo, si provano tante emozioni, si pensano tante cose e , a volte, si cercano tante vie d'uscita, anche senza avere la forza, la convinzione e/o le condizioni per trovarne. Non conosco sua moglie e non sono molte le notizie che scrive su di lei ma credo che se una donna, magari di base fedele (nonostante abbia visto altri uomini e sia entrata in intimità con loro non è arrivata al rapporto sessuale), magari intorno ai 50 anni (momento di vita di bilanci e nuovi propositi), decide di separarsi lo faccia per poter ricominciare un amore con lo stesso uomo. Questo non vole dire che un distacco tra voi non possa portare, un giorno, a un riavvicinamento. Ci dice solo che sua moglie, in questo momento, desidera separarsi da lei. Separarsi viene percepito come un fallimento. E a volte si accetta di "fallire" solo quando ci sembra di aver aspettato, tentato, girato lo sguardo ormai troppe volte.
Riguardo a lei, Raimondo, le consiglio di soffermarsi su questa sua modalità di vivere la propria affettività, da un lato coronata dall'Amor Sacro, dall'altro legata all'Amor Profano. Affettività e Sessualità sono due dimensioni che possono anche essere orientate verso lo stesso "oggetto d'amore". Ci rifletta. E se valuterà che potrebbe valer la pena provare a riunirle nell'Amore per una unica donna, provi a consultare questo portale e proporre di iniziare un percorso. Magari, sua moglie non aspetta altro che trovarsi di fronte un uomo nuovo.
La saluto cordialmente
Patrizia Niddomi
Psicologa-Psicoterapeuta
Firenze