Micaela domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 28/01/2017

Bari

Mi sono innamorata della persona sbagliata

Buona sera, sono una giovane donna e, a distanza di un pò di tempo, mi sono convinta a chiedere questo consulto.
La mia vita è piuttosto regolare: mi sono laureata, lavoro, so di essere una donna piacente e sono fidanzata da molti anni con una persona che mi fa stare bene e che so di volere nel mio futuro.
Da mesi ho iniziato una pericolosa relazione con un uomo molto più grande me e, per giunta, sposato.
Abbiamo iniziato questa storia partendo dal presupposto che non ci dovessero essere compromissioni e che tutto ciò non avrebbe dovuto alterare l'equilibrio delle nostre altre storie.
Sono sempre stata totalmente contraria al tradimento ma, dopo qualche mia resistenza, mi sono buttata in questa relazione in maniera leggera e senza pensare alle conseguenze che ora, però, si stanno rendendo sempre più evidenti dal momento che penso di essermene innamorata.
Lui da qualche giorno sa di questo mio pensiero ed è stato molto dolce e comprensivo: è legato affettivamente a me, in quanto, anche se abbiamo iniziato questa "storia" da mesi, ci conosciamo in realtà da molto tempo; ma sinceramente non credo sia coinvolto sentimentalmente quanto me, anche se mi ha dimostrato tante volte, attraverso premure ed attenzioni, quanto io gli piaccia.
So di essere caratterialmente abbastanza forte ma questa cosa mi rende terribilmente vulnerabile: sono consapevole che tutto questo non porterà a nulla e che sarebbe giusto per il mio bene chiudere questa relazione e riprendere la mia vita perchè so che questa storia mi farà molto male ma non riesco a farlo, mi sono troppo legata a lui e non riesco nemmeno ad immaginare l'idea di poterlo perdere ed ormai non riesco a pensare di poter continuare la mia vita cancellando tutto e ripartendo senza di lui.
La cosa che non comprendo è se questo mio "innamoramento"/dipendenza sia dovuta dal fatto che vedo in lui un punto di riferimento di uomo vissuto e più grande (non ho un rapporto idilliaco con mio padre) o se sarebbe accaduto a prescindere.
E d'altra parte mi chiedo come possa essere possibile continuare a non volere assolutamente rovinare il rapporto con il mio fidanzato se poi in realtà la mia testa è costantemente da un'altra parte; ed, infine, come posso voler continuare questa relazione pur conoscendone i rischi?
Grazie anticipatamente per la Vostra attenzione.

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Claudia Frandi Inserita il 29/01/2017 - 15:51

Buon pomeriggio. Quando portiamo avanti una relazione senza dei reali "pro " che superino i " contro" ci chiediamo il perché. Perché per esempio non riusciamo a tagliare,perché continuiamo a rimanere Dove sappiamo non esserci molto per noi.
...Sono solo ipotesi le mie e sicuramente potrà approfondire se deciderà di intraprendere un percorso. Tenga conto che non è infrequente una richiesta per tali situazioni. Tutti noi vogliamo vivere più sereni e quando una relazione ci toglie stabilità e fiducia è ora di riflettere sul perché. Eventualmente sono disponibile per una seduta on Line. Rimango in ascolto augurandole Buona domenica