Claudia domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 14/11/2016

Firenze

Storia complicata

Buonasera, sono sposata da 25 anni con un mio coetaneo e nel matrimonio ci sono stati alti e bassi. Sono venuta a conoscenza, tre mesi fa, attraverso messaggi e foto sul cellulare di mio marito, di quanto di seguito riporto. Circa 8 anni fa abbiamo passato un momento molto critico dovuto a problemi di salute di mio marito. Lui ha conosciuto una donna di tre anni più grande, che lo ha aiutato durante questo periodo, ascoltandolo e standogli vicino in tutti i sensi. Questa storia è andata avanti con incontri regolari durante la settimana. Premetto che non è mai rimasto fuori la notte ed ha trascorso feste e periodi di ferie sempre con la famiglia. Quando ho scoperto tutto, in un primo momenti mi ha detto di aver lasciato questa persona, ma dietro mie insistenze (perché la situazione non era chiara) ha ammesso che la storia prosegue e che non può dare un colpo di spugna ad una persona che lo ha aiutato in un momento molto critico della sua vita, quando io, secondo lui, non ero molto presente e non facevo la moglie. Dice di non essere innamorato di questa donna lei però lo è), anche perché se così fosse stato, mi avrebbe già lasciato. Quindi la situazione è questa: mio marito continua ad uscire regolarmente con questa donna, come faceva prima. Si rende conto che è una situazione strana, ma non sa quando potrà finire e, se io non ce la faccio, accetterà la mia separazione. Ammetto che i momenti di crisi non dipendono mai da una sola persona, quindi anche io sicuramente ho le mie responsabilità, ma questa situazione mi sta logorando. Ho cercato di far capire a mio marito che possiamo dare una svolta e recuperare la nostra storia, io sono ambiata otto diversi aspetti, perché ci tengo veramente , ma il piede in due scarpe non si può tenere e dovrebbe prendere una decisione. Lui continua a sostenere che non se la sente di farlo, a meno che non sia l'altra a farlo ( ma ho capito che anche da parte di questa donna non ce n'è l'intenzione. D'altra parte è andata avanti per 8 anni in maniera clandestina..). Mi rendo conto che più passa il tempo (e ne è già passato abbastanza) più sarà difficile che riesca a rompere questa storia, fatta sicuramente di gratitudine, ma anche di affetto e ormai di ritmi che fanno piacere ad entrambi. Sto con la speranza che qualcosa possa succedere , magari lei si stanchi e non si accontenti più di una storia così, ma sto soffrendo tutte le volte che esce e so che la vede oppure so che quotidianamente si sentono per telefono. Sto veramente soffrendo, non so come potrò andare avanti. Ho bisogno di un consiglio. Grazie per l'attenzione

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Emanuela Mezzani Inserita il 14/11/2016 - 19:44

Valeggio sul Mincio
|

Cara Claudia,
la situazione che descrive è veramente molto complessa come del resto sono complesse le relazioni umane in generale.
Mi rendo conto che vivere accanto ad una persona che si dimostra ambivalente nei sentimenti non sia facile, e che lo sforzo che sta facendo vada oltre ogni ragionevole limite. Ci sarebbero molti aspetti da valutare per sé e per le persone che le sono vicine: vincoli e risorse che analizzate potrebbero fare luce sulla sua impossibilità di prendere una decisione anziché aspettare quella di suo marito. Non è facile e per questo le consiglio vivamente di farsi aiutare, lei ha bisogno di un aiuto per prendere in mano la situazione e non subirla.
Un caro saluto