Claudia domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 11/04/2016

Foggia

Sono molto angosciata

Salve ho 23 anni e sono ben 7 anni che sono fidanzata a distanza con un ragazzo con cui ho condiviso tutto della mia vita,avendolo conosciuto a 16 anni.Abbiamo avuto insieme la nostra prima volta e per me questo nel tempo è sempre stato un pnto di forza in tutto,anche quando ci lasciavamo per brevi periodi.Fin quando lo scorso anno dopo una serie di liti infinite dovute anche alle sue poche attenzioni per via del lavoro che svolge in un'attività di famiglia,con tutte le ansie e le responsabilità che gli addossavano connesse,decisi di non andare a trovarlo per la prima volta per far sì che capisse che ero esausta di sentirmi sempre l'ultimo suo pensiero e continuammo a litigare per altri giorni in cui lui diceva di non amarmi più che era stanco di far sempre felici tutti e che aveva bisogno di pensare un pò a sè...dopo un paio di settimane tornammo insieme ma lui era alquanto strano con me fin quando dopo circa 7 mesi finalmente mi inizia a rivelare che la sera che io sarei dovuta essere lì da lui era andato ad una festa in cui una sua amica ci ha provato fin quando,dopo che lui l'aveva anche respinta,è riuscita a farci sesso.I giorni successivi lo invogliava ad uscire ed è capitato per una seconda volta,dopo circa una settimana lui l'ha mandata a quel paese dicendole che non sapeva come mai fosse accaduto perchè amava solo me.Lui mi ha detto che non ha mai provato attrazione per questa persona anzi per lui è stato un incubo perchè non era in sè,era una periodo brutto della sua vita faceva uso di alcol e fumo e per di più non l 'ha mai desiderata sessualmente tanto che non l'ha mai nè baciata nè sfiorata o quant altro accade in un classico rapporto sessuale.lui non se lo perdona per primo e ne è scosso ma ha ripetutamente detto che in quel periodo si sentiva come un alieno e che tutto che gli accadeva attorno non gli sembrava la realtà.Io sono molto scossa,ci sto seriamente male,avevo la massima fiducia in lui è sempre stato molto rispettoso non l'ho mai visto guardare altre ragazze o essere spinto nelle battute con gli amici.Mi è crollato il mondo addosso,molto spesso mi allontano da lui e piango,non mi sento amata mi sento messa da parte,avevo dato tutta me stessa in questa storia ed ora sento che è stato tutto invano.Non so più cosa provo per lui,se non lo vedo o sento sto male ma quando stiamo insieme a volte provo insicurezza nei suoi confronti,come se fossi stata il nulla nella sua vita quando è subentrata un altra persona.Il problema è che ho sempre sperato che saremmo rimasti uniti per tutta la vita soprattutto dalla condivisione della nostra prima e unica persona con cui aver fatto l'amore.Ho un angoscia perenne dentro me,ormai non trovo più senso in nulla nella mia vita perchè era tutto incentrato su di lui.Spero mi possiate aiutare.Grazie

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Erica Tinelli Inserita il 11/04/2016 - 20:24

Cara Claudia, sicuramente il tradimento da parte di una persona che si ama può rappresentare un evento devastante e può provocare un disagio molto forte. Molte persone che si trovano in questa situazione si sentono combattute tra l'interrompere la storia ed il perdonare e rimangono in bilico per molto tempo senza prendere una decisione.
Nel tuo caso credo che il tuo stato di confusione sia dovuto principalmente al fatto che hai sempre considerato questo ragazzo come l'unica cosa importante della tua vita o comunque come la cosa più importante. Tu stessa dici che in questi anni "tutto era incentrato su di lui". Se quando siete lontani stai male non significa necessariamente che provi ancora un sentimento d'amore per lui, ma potrebbe essere dovuto anche al non avere altri obiettivi di vita. Tu studi? Lavori? Hai amicizie importanti? Hai hobby? Passioni? Secondo me dovresti imparare a concentrarti più su di te e sviluppare più progetti in vari ambiti di vita. In questo modo potrai capire se vuoi veramente stare ancora insieme al tuo ragazzo e se siete disposti a superare ciò che è successo, eventualmente anche con l'aiuto di un professionista.