Violetta domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 04/11/2015

Alessandria

Non vuole più sposarmi?

Buonasera,
sono una ragazza di 29 anni e convivo da 4 con il mio fidanzato, conosciuto nella città in cui mi sono trasferita per proseguire degli studi interrotti qualche anno fa.
A casa sua ci sono anche i suoi genitori, perchè lui, a 33 anni ancora vive con loro, nonstante sia indipendente da qualche anno e possa assolutamente permettersi di andare via di casa.
Progettiamo da un anno e mezzo di sposarci e trasferirci in un appartamento e si pensava di andar via di casa dopo la mia laurea.
Io da poco ho perso mio padre e ho passato un brutto lungo periodo in cui non sono riuscita a terminare i miei studi.
E adesso, bechè manchi davvero pochissimo per terminare, non ho più la forza di rimettermi a studiare perchè ho bisogno di una ventata di freschezza e ottimismo che ultimamente mi mancano.
Speravo che il mio fidanzato capisse e che decidessimo di velocizzare il trasferimento ma lui attende la mia laurea (dice) e rimanda qualsiasi decisione relativa a matrimonio e casa nuova. Ogni cosa ha più importanza di noi e della nostra vita: lavoro, laurea, ecc.
Io nonstante il periodo appena trascorso, sono una persona solare, non amo le costrizioni e mi piace a volte prendere la vita alla giornata, facendo anche qualche "follia"(nel senso buono) e adesso ne avrei proprio bisogno, ma lui programma tutto (ma solo quello che piace a lui)... io personalemtne sono strastufa di vivere così... tra l'altro trascorro le mie giornate a casa con i suoi perchè non lavoro e i miei amici sono tutti lontani da dove vivo... sempre in casa a girare (o quasi) i pollici...faccio la casalinga ma non sono moglie, aiuto mia suocera ma non sono ancora nuora, intanto i suoi invecchiano e quanto prima dovrò fare da badante per i suoi anziani senza nemmeno essermi goduta un giorna da sposina e senza figli (perchè quelli solo dopo il matrimonio)...Spero di non apparire egoista, perchè io voglio bene ai suoi e me ne voglio prendere cura, ma non è nemmeno giusto che mi annienti in questo modo. Lui mi ama, lo so ma c'è qualcosa che non comprendo, non capisco se abbia paura di dire ai suoi che andiamo via, o che abbia paura delle responsabilità... ma io mi sento come in gabbia e non ce la faccio più, sono così disperata che sarei capace di lasciarlo, nonostante lo ami e voglia trascorrere la mia vita con lui...cosa devo fare? io non capisco se il suo sia un problema di poca elasticità mentale o che veramente lui abbia bisogno della mia laurea per avere certezze su di me... se così fosse sarebbe deludente, ritengo... Aiuto! E grazie in anticipo!

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Maria Benedetta Atti Inserita il 05/11/2015 - 10:56

Zola Predosa
|

Buongiorno Violetta. L'uscita di casa è sempre un passaggio importante nella vita di ognuno e come ogni momento di cambiamento porta con sè anche la paura, non solo l'entusiasmo. Ha parlato in modo chiaro con il suo fidanzato in modo da fargli capire i suoi timori e i suoi bisogni? E anche per capire cosa provi e pensi lui. Forse non vuole uscire di casa fino a quando entrambi non abbiate un lavoro; con solo il suo stipendio effettivamente riuscireste a mantenervi entrambi? Credo però che sia importante per lei fermarsi un attimo e chiedersi cosa desidera per se stessa non solo nella coppia ma anche individualmente. Come mai non riesce a concludere gli studi, non è più convinta che sia la sua strada o c'è un altro tipo di timore? E come mai resta a casa tutto il giorno facendo la moglie e nuora senza esserlo realmente, invece di uscire e magari cercare un lavoro in modo da poter avere un minimo di indipendenza?
Come vede ci sono tante prospettive diverse da cui esaminare questo momento di dubbi e timori che sta vivendo. Magari prenda in considerazione di rivolgersi ad un terapeuta che l'aiuti a far chiarezza.
Un caro saluto
Dott.ssa Atti Maria Benedetta