chiara domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 01/10/2015

Agrigento

Ragazzo con famiglia problematica

Buongiorno,
sono una ragazza di 20 anni, fidanzata da 5 con un ragazzo di 30.
All'inizio andava tutto a gonfie vele, in seguito sono nati problemi a causa della sua famiglia.
Il padre ha il disturbo bipolare, anche se cerca sempre di accentuare i propri problemi per delegare ogni sua responsabilità, è sempre stato assente per il figlio, che , quindi, nutre nei suoi confronti un senso di disgusto.
La madre , anche lei poco presente per il figlio, vive nei miei confronti una gelosia che l'ha portata al punto di rovinare ogni cosa io abbia regalato al figlio ( maglie, cuscini..); inoltre ha sempre cercato di farci litigare( molte volte riuscendoci) effettuando il lavaggio del cervello al mio ragazzo e trattando male me.
Di fronte a tutto questo, il mio fidanzato mi chiede di cercare di lasciar stare, che tanto la madre è così e rimarrà sempre così,e quindi, sapendo questo, di andare avanti senza dar troppa importanza ai fattacci della madre.
Io, invece vorrei che lui fosse più complice con me,e che quando la mamma fa qualcosa di sbagliato nei miei confronti dica almeno " eh si, ha proprio sbagliato!"; lui però, dice che far questo crea in lui sofferenza.
Ultimo fatto accaduto: io e i miei genitori siamo andati a casa del mio ragazzo perché aveva bisogno di un aiuto, la madre è rimasta chiusa in casa senza neanche uscire, mia madre si è offesa e pretende dal mio ragazzo delle scuse, secondo lei è giusto o è una richiesta esagerata? Come dovrei comportarmi nei confronti della madre del mio ragazzo? e come invece nei confronti del mio ragazzo rispetto alla madre? tutti questi problemi ci hanno portato ad un forte allontanamento, soprattutto mio, che lui ha sofferto molto e che ha paura possa riavvenire...
Grazie tante

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Cinzia Marzero Inserita il 03/10/2015 - 08:49

Cara Chiara, la situazione è piuttosto complessa... Il tuo ragazzo sarà sicuramente provato dall'ambiente e dal clima famigliare quasi da essersi rassegnato, anche al fatto di avere dei genitori un po' "problematici". Avere un confronto con loro o troppe aspettative che la situazione possa migliorare mi sembra alquanto impossibile. Sta a te valutare se hai la voglia e l'energia per sopportare tutto ciò, se alla lunga questo non finisca con il logorarti. Se il tuo ragazzo non prende un po'le distanza dalla sua famiglia non so quanto il vostro futuro di coppia possa essere roseo... In bocca al lupo. Resto a tua disposizione.

Cinzia Marzero psicologa psicoterapeuta
Torino