Donato domande di Psicologia e dintorni  |  Inserita il 08/08/2017

Milano

Shopping compulsivo (e molto altro)

Egregi dottori , la donna di cui parlo ha 46 anni e vive con i genitori, entrambi pensionati.Ha un lavoro autonomo che non va molto bene (non so se guadagna proprio zero o poco cmq non sembra che vada bene) I genitori non le chiedono nulla per le spese di casa (bollette, spese condominiali , spesa al supermercato). Le danno un contributo se chiede per il dentista, o per spese impreviste (mi servono 20 euro per spesuccia X, 30 euro per spesuccia Y). In un appartamento di 100mq ci sono 2 armadi pieni solo di cose sue e anche gli altri 2 in buona parte. un delle due camerette, libera in quanto il fratello ora vive per i fatti suoi, è effettivamente molto piccola ma è praticamente un deposito dove è accatastata una montagna di vestiti sul letto e scarpe sul pavimento. Ogni tot, diciamo ogni qualche mese sceneggiata assurda perchè dice di avere il conto azzerato, pianti lacrime urla eccettera (non aggiungiamo altro...) finchè il padre non molla un bonifico ( a volte 1000, a volte 3000 a volte 2000). Per un po' si calma ... e sulla montagnetta di vestiti di cui sopra si aggiunge un sacchettino del negozio X...due giorni dopo del negozio Y...ecc ecc...sto pensando di rivolgermi a un professionista (pur essendo un po scettico ) anche perchè per i genitori ormai anziani e molto provati la situazione sta diventando sempre più insostenibile, ma il primo dubbio è anche se devo rivolgermi a uno psicologo, o ad uno psichiatra. Grazie a tutti

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Elisabetta Tocco Inserita il 08/08/2017 - 17:04

Buonasera Donato, molto probabilmente sarà necessario sia un intervento psicoterapeutico sia uno farmacologico, ma prima di tutto è fondamentale che la Signora accetti di necessitare dell'aiuto di un professionista. Dopodichè può contattare un collega psicoterapeuta che, dopo un primo momento di anamnesi, saprà muoversi nel modo più opportuno rispetto al caso ed inviare eventualmente verso un consulto psichiatrico. Cordiali Saluti.