Francesca domande di Genitori e Figli  |  Inserita il 28/03/2016

Perugia

Non so come proseguire

Piacere Francesca. Sono una ragazza di 18 anni, che frequenta la classe 3° di un istituto tecnico, indirizzo "Grafica e Comunicazione". Mia madre, non c'è più da quattro anni ormai, a causa di un tumore, e ancora ho un vuoto enorme dentro di me, il quale nessuno riuscirà mai a colmare. Mio padre, Urbano, ha uno studio tutto suo, proprio nel settore grafico. Come potrà capire, uscita da scuola avrei già il lavoro e tutto. Sono ripetente ovviamente, mi hanno bocciato in 2° per le troppe assenze, e per quattro materie non sufficienti. Ultimamente, non vado benissimo a scuola, a causa di diverse assenze per saltare delle interrogazioni. Mio padre è un tipo molto preciso, deve sempre avere tutto sotto controllo, e deve risolvere ogni problema. Le faccende di casa molto spesso spettano a me, e quando a volte non vengono fatte, perchè ovvio tra i compiti e la casa non riesco a far tutto, mi prendo la mia sgridata. E quest'ultima accade molto spesso. Proprio per la mia poca voglia di studiare, mi era presa l'idea di smettere di andare a scuola, mi sono detta:"Basta! Ora smetto, studio per prendere la patente, divento autonoma ed indipendente! Trovo un lavoro e faccio le faccende di casa!" Ho provato a dirlo a mio padre, e c'è rimasto molto male, mi ha detto:"Non puoi! Il diploma ti serve, una titolare di lavoro senza diploma? Non va bene. Poi fai come vuoi, sai che le scelte nella vita, sono personali. Ma sappi che mi deludi un sacco se lo farai." Quindi che ho fatto? Ho cuore. E siccome ho cuore, son tornata a scuola e non riesco a fare quest'interrogazione. Non riesco a studiare. Non sono felice. Non sono mai di buon umore. Voglio uscire da quest'inferno! Ma come faccio? Non voglio neanche deludere mio padre. Mi ha pure detto:"Devi essere determinata! Forte e decisa!" Ma purtroppo non lo sono. Non sono nessuna delle tre. E non so cosa fare. Come posso andare avanti? Per avere finalmente la mia vita felice e spensierata?

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott. Antonio Amatulli Inserita il 29/03/2016 - 07:14

Gentile Francesca, piacere, Antonio.
Dalle sue parole io vivo un profondo senso di mancanza di energie, come se a monte di tutto mancasse quella forza vitale di un tempo che le impedisce tra le varie cose di non poter eccellere a scuola.
Non so se questa mia esperienza ha senso per lei, le comunico come io l'ho vissuta.

in merito alla sua domanda:
La determinazione, la forza e la "decisività" non sono solo componenti del nostro essere, sono competenze che si possono imparare.
Se le domandassi: "di cosa avrebbe bisogno per comportarsi in modo forte/deciso/determinato?, lei cosa mi risponderebbe?
Una francesca forte/decisa/determinata, da cosa si differenzierebbe da lei?

se si sofferma un attimo su queste domande, sono convinto che alcune risposte riuscirà a trovarle.

QUELLA e' la strada per lei per acquisire quelle competenze.

Sia chiaro, cosa ci farà con esse è una sua scelta, in base ai suoi valori ed esigenze, io non entro in merito in questo, ma se posso darle un messaggio, le darei proprio questo:

Il fatto che "non si sia" un qualcosa, non significa che non lo si possa imparare.

Mi faccia sapere, se ha piacere, le sue riflessioni.

le faccio un grande augurio,

Antonio Amatulli

Dott.ssa Cinzia Marzero Inserita il 29/03/2016 - 07:47

Cara Francesca, si capisce benissimo dalle tue parole il disagio che stai provando in questo momento, la difficoltà nel ritrovare un equilibrio dopo la perdita della tua mamma. E probabilmente questo sta succedendo anche a tuo papà che sembra manifestare il suo dolore con la rabbia e il voler tenere tutto sotto controllo. E invece di farvi forza uno con l'altro e di trovare un supporto, vi state allontanando perchè non vi capite. Forse è il caso che tu ti faccia aiutare da un professionista ad affrontare al meglio questo periodo delicato e a ritrovare un po'di serenità e a capire come ricreare un rapporto di dialogo e comprensione con tuo papà. Se hai bisogno io sono disponibile anche a seguirti attraverso un percorso on line. Se vuoi più informazioni fammi sapere. Buona giornata.

Dott.ssa Cinzia Marzero
Psicologa psicoterapeuta Moncalieri-Torino