Mariangela  domande di Genitori e Figli  |  Inserita il 03/08/2021

Napoli

Problemi nel rapporto con i genitori

Buongiorno. Sono una ragazza di 20 anni, studentessa universitaria.
Mi considero una persona matura e responsahile, mi impegno molto in famiglia, per aiutare economicamente e psicologicamente e studio molto, raccogliendo ottimi risultati negli studi.
Entrambi i miei genitori, che sono separati, sono ansiosi e disorganizzati, mio papà guadagna pochissimo e mia mamma è disoccupata.
Mi vogliono bene ma non mi sostengono nel modo giusto: mio papà, che non vedo mai, le poche volte che ci vediamo non fa che pressarmi sul percorso di studi: nonostante io vada già molto bene, non basta mai. Mia mamma non si interessa mai al mio percorso di studi, se non per vantarsi con gli altri.
Inoltre c'è un problema ben più grave: io e mia mamma, abbiamo opinioni opposte circa la situazione attuale.
Non voglio etichettarla, ma per spiegarmi più velocemente, lei è una complottista no - vax e crede a cose assurde che legge su internet.
Quando provo a dire qualcosa, mi dice che sono condizionata dai giornali e dai media, che sono stupida e lobotomizzata e mi urla anche insulti.
Mi sento disprezzata da lei, nonostante io abbia approfondito la faccenda da fonti scientifiche ben più attendibili delle sue e mi senta abbastanza adulta da poter prendere le mie scelte. Ho dovuto fare la prima dose di vaccino di nascosto, perché se lo sapesse sarebbe una tragedia. Tuttavia, odio dire bugie e non mi sento a mio agio in questa situazione. Da un lato vorrei dirglielo, madall'altro vorrei fare la seconda dose prima, così che non possa impedirmelo. Solo che dovrei resistere per un bel po' di tempo nella menzogna, e dopo pochi giorni, già faccio fatica a resistere.
Le voglio bene ma purtroppo non è per niente lucida nelle sue decisioni, infatti ha un sacco di problemi nella vita, molti dei quali se li è creati da sola, il che mi destabilizza perché non sento di avere punti di riferimento positivi nella mia vita.
Vorrei avere un rapporto più sincero e bello con i miei genitori, invece loro su alcuni aspetti sono completamente ciechi.
Queste cose mi rendono insicura e spaventata riguardo al futuro, perché ho paura di fare i loro stessi errori .
Come posso trovare il modo di essere più serena e sicura di me? E come posso sviluppare un rapporto migliore con loro, in particolare con mia mamma con la quale ho un rapporto più conflittuale?

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Daniela Spiri Inserita il 04/08/2021 - 14:52

Salve Mariangela, comprendo la difficoltà nel non poter vivere un rapporto autentico e spontaneo con i suoi genitori, forse più con sua madre, le bugie e il nascondersi... altrimenti sarebbe una "tragedia". Cosa potrebbe accadere se sua madre sapesse? Essendo maggiorenne e soprattutto"autonoma" a livello economico forse potrebbe"azzardare" il seguire alla luce del sole se stessa? Il problema è che ovviamente a livello emotivo e psicologico ancora non ha raggiunto una autonomia tale da poterlo fare. Non è facile immagino, è il periodo più difficile quello dello svincolo, il "volo dal nido", specie se si pensa di non avere "ali così forti" da poter volare stabilmente. Non la conosco e non conosco bene la vostra storia familiare e le dinamiche che la caratterizzano, ma da ciò che leggo, mi sembra che alcuni punti stabili lei li possa trovare, se non altro in sè. Anche se non ritiene che i suoi genitori le abbiano "insegnato come fare", forse le hanno dato un esempio di come non vuole essere. Il traguardo più grande sarà essere se stessa, seguendo ciò che sente, le piace, ama, libera da fare cose per compiacere o, al contrario, per non "dargliele vinte (scusi i termini)". Le Faccio un grosso in bocca al lupo