ALEXA domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 10/09/2014

Catania

Come faccio a stare più tranquilla?

salve, ho 18 anni e all'apparenza sembro una ragazza molto sociale e simpatica... a 14 anni sono stata 'fidanzata' con un ragazzo per più di un anno e mezzo, i miei non accettavano questa situazione per la nostra religione ma soprattutto perchè a loro non piaceva lui e la sua famiglia sin dall'inizio quindi cominciamo a stare insieme di nascosto. i problemi tra di noi sono cominciati soprattutto per i pettegolezzi che giravano in paese e sulle cose che andavano a raccontare ai miei, sapendo che io mi vedevo con lui di nascosto i miei cominciarono a vietarmi di uscire ... i miei sono delle persone molto aperte mentalmente e il fatto che siiamo di un 'altra religione di cui non sono molto credente non penso sia un problema quanto i pettegoli che giravano su di noi. dopo un anno e mezzo lui mi lascia e torna dalla ex..ho tentato il suicidio. da quel momento provo tanto rancore e odio nei confronti dei miei... non riesco più a stare tranquilla con loro e non riesco nemmeno più a concentrarmi come una volta a scuola ad ogni interrogazione o compito in classe mi prende l'ansia e mi blocco, ho provaato ad avvicinarmi ad altri ragazzi ma è stato inutile perchè la paura che i miei mi vengano di nuovo contro è immensa e non voglio far soffrire più nessuno, nè stare peggio di come sto. da un paio di mesi mi frequento con un ragazzo... lui sostiene di essere disposto a tutto purchè io non pensa a quello che dicono le persone su di me perchè a lui non interessa... ma io ho sempre paura che i miei possano comportarsi come hanno già fatto.

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Maria Giovanna Zocco Inserita il 04/10/2014 - 10:21

Cara Alexa
certo deve essere stata grande la sofferenza nell'essere stata lasciata dal proprio ragazzo, ma quando un ragazzo è molto affezionato non lascia la sua ragazza solo per delle difficoltà familiari, ma le rimane vicino magari cercando di farsi conoscere meglio dalla famiglia. E poi, Alexa, è normale per i genitori preoccuparsi della loro figlia, loro si sforzano di salvaguardarla quanto più possibile da sofferenze future. Tu ora hai 18 anni e sei più matura e hai la possibilità di conoscere altri ragazzi e valutare meglio la loro personalità e loro capacità di dare amore e affetto senza chiedere nulla in cambio. Ma tu devi pensare a diventare una persona speciale, matura e colta capace di comprendere le ragioni di tutti. E questo lo si può ottenere imparando a valutare persone e situazioni da molte angolazioni. Avrei tanti suggerimenti da darti ma quelli più importanti mi sembrano: 1) recuperare il rapporto coi tuoi genitori, riconquistando la loro fiducia non 'nascondendosi' perché il non sapere aumenta la loro paura e fa diminuire la loro fiducia; 2) la scuola: non buttare al vento la possibilità di una tua formazione personale e professionale che solo la scuola ti può dare. Per l'ansia che ti blocca ci sono delle tecniche di allenamento psicofisico che contribuiscono a sedare l'ansia. Tecniche che, ad esempio, io insegno spesso ai ragazzi con questi problemi, bastano poche sedute, anche attraverso internet, per apprenderle e averle a disposizione ogni volta che se ne sente il bisogno. Spero di esserti stata d'aiuto e se dovessi avere ancora bisogno non esitare a contattarmi.
Un caro saluto.
dott.ssa Maria Giovanna Zocco - Modica (RG)