Daniele domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 29/09/2015

Roma

Problema lontananza da casa

Salve, ho 19 anni, e purtroppo soffro di un disturbo fastidiosissimo.
Abito a nord di Roma, e 5 anni fa mi iscrissi ad una scuola che si trova a Roma, un bel viaggetto di 1 ora e mezza tutti i giorni. Ogni volta che partivo la mattina, provavo una forte ansia, e una forte depressione, dovuta alla lontananza da casa, che, anche se non era una grande distanza, mi affliggeva tutti i giorni. Già sul treno la mattina mi veniva da piangere, e una volta a scuola facevo di tutto per tornare prima a casa. Dopo un pò di tempo, mi sono aperto con i miei, e glie l'ho detto, così loro, da bravi genitori, mi hanno fatto cambiare scuola, e io ero d'accordo. Il problema era risolto, andavo ad una scuola a 10 minuti da casa, e mi sono anche fatto nuovi amici, e cosa più importante l'ansia e la depressione erano scomparsi. Fin qui tutto bene, mi sono diplomato, ero felicissimo ed è arrivata l'ora di scegliere l'università.
Ovviamente l'università più vicina è a Roma, ed ho scelto un corso che mi piace tanto, soprattutto per gli sbocchi professionali che ha, e perchè mi appassiona quel mondo. Purtroppo però, dopo il primo giorno, alla sola vista degli orari, e dopo aver realizzato di dover tornare spesso a casa tardi, l'ansia e la depressione sono tornate, identiche a 5 anni fa. Mi viene di nuovo da piangere, sono silenziosissimo, ho un fastidio allo stomaco perenne, e l'ansia e la depressione sono molto forti.
C'è un modo per " guarire " da tutta questa preoccupazione?
Preciso che la mia famiglia non è una di quelle che si vede in pubblicità tutti felici, ma stiamo benissimo, e ci vogliamo tanto bene. Mia madre la amo, ed è dir poco, mio padre mi è vicino con la passione per la musica, e con tutti i sacrifici che fa, è impossibile non volergli bene. Anche i rapporti con mia sorella più grande sono ottimi, e soprattutto negli ultimi 6-7 anni si sono rafforzati ancora di più. Non esco tanto, ma ho dei buoni amici, e siamo in buoni rapporti tra noi, e quando usciamo insieme ci divertiamo molto.
Speriamo che qualcuno mi possa aiutare al più presto, perchè non so quanto resisterò.

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Maria Benedetta Atti Inserita il 30/09/2015 - 09:36

Zola Predosa
|

Buongiorno Daniele. Non deve essere facile per lei: da una parte c'è la spinta e la voglia di coltivare i suoi interessi e portare avanti la sua vita, dall'altra c'è una grande paura a lasciare la sua casa, la sua famiglia, ed è una paura così forte che arriva a bloccarla. Ha ragione a voler risolvere questa situazione perchè il rischio è che lei non prenda mai in mano la sua vita col coraggio di andare avanti e con la consapevolezza di un legame con la sua famiglia che mai si romperà. E' come se dentro di lei ci fosse la fantasia che se si allontana da casa, se pensa a se stesso, al suo futuro, ai suoi interessi, qualcosa con la sua famiglia si romperà. Il mio consiglio è di rivolgersi ad uno Psicoterapeuta con formazione Sistemico Relazionale, perchè credo che sia l'approccio più indicato per il suo tipo di problema.
Spero di esserle stata utile.
Cordiali saluti
Dott.ssa Atti Maria Benedetta