arin domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 23/03/2015

Mantova

Depersonalizzazione

Gentilissimi, ho 24 anni e circa 4 mesi fa ho dopo aver smesso di fumare 2 pacchetti di sigarette al giorno, ho avuto 2 fortissimi attacchi di panico convulsivi, successivamente ho imparato a controllare gli attacchi e sono in cura da uno psicologo molto bravo che mi ha diagnosticato un disturbo post traumatico da stress complesso con stato dissociativo di depersonalizzazione, sono in cura con parotexina, una compressa al giorno. So che i sintomi dell ansia portano alla paura di impazzire di essere schizofrenici e altro, e lo sto combattendo ormai non mi tocca quasi più, non ho vuoti di memoria sulla mia identità e non dimentico quello che faccio durante la giornata, riesco addirittura a ricostruire mentalmente intere giornate che trascorrevo nell infanzia, riesco a lavorare come prima e ottengo gli stessi risultati, tutto quello che faccio ha la stessa qualità di prima, quello che non mi torna e non riesco a spiegarmi è perché i pensieri non sembrano i miei, non mi riconosco allo specchio e non riesco a trovare quella chiave che si trova dentro di me per uscire da questa situazione, è come se non avessi il corpo e fossi solo pensiero, certo è affascinante, ma anche molto disturbante, a volte vorrei tornare come prima, a volte ne ho paura, parlo poco perché la voce non mi sembra la mia e mi sento perennemente in pilota automatico come se dovessi mantenere un continuo ed assurdo controllo, mi chiedo è possibile uscire da questa situazione? E se ne uscirò come farò a riconoscermi? Vi ringrazio in anticipo.

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Agnese Tiziana Magno Inserita il 25/03/2015 - 23:13

Gentile arin, il tuo psicologo ti conosce certamente meglio di chiunque altro su questo sito, conosce la tua storia, l'evoluzione del sintomo... Rivolgiti a lui con fiducia, spiegagli le tue perplessità e vedrai che saprà chiarirti ogni cosa. Gli hai dato fiducia rivolgendoti a lui all'inizio; continua a dargliene e vedrai che andrà tutto bene.
Auguri, dr.ssa Agnese Tiziana Magno