Enrico  domande di Alimentazione  |  Inserita il 10/04/2020

Agrigento

Problemi di abbuffate dopo periodi di dieta ferrea

Salve, scrivo di questo mio problema che da ormai 2 anni mi tormenta e dal quale non riesco a risalire. Sono un ragazzo di 19 anni e quando ne avevo 16 iniziai ad approcciarmi al mondo del fitness e a frequentare la palestra della mia città. All'epoca ero in sovrappeso di 8 kg e con allenamento e soprattutto con una dieta ipocalorica, riuscii a perdere tutti i miei chili arrivando al mio peso forma. Per raggiungere tale obiettivo feci numerose diete ipocaloriche, autoprivandomi di cibi sfiziosi per molto tempo (tant'è che il pensiero del mio giorno off settimanale era diventato il mio chiodo fisso quando la sera a letto mi ritrovavo a pensare). A metà 2016 però iniziarono a verificarsi dei comportamenti "anomali" nel mio stile di vita. Incominciai ad abbuffarmi con qualunque cibo avessi in dispensa e col passare del tempo questa mio comportamento il quale non sono mai riuscito a reprimere nemmeno dopo anni, mi ha portato a recuperare tutti i chili persi con gli interessi (ora a 19 anni sono 17 kg sopra il mio mentre prima lo ero solo di 8). Ho fatti varie ricerche negli anni su internet, non potendomi permettere uno psicologo, e ho trovato nei "bidge eating" la definizione che più si avvicina ai miei attacchi di fame che mi portano ad ingozzarmi (questo è un MIO pensiero e non sono certo che questi siano bidge eating). Ancora oggi, a 19 anni, non potendomi permettere uno psicologo vorrei approfittare di questa pagina per avere un parere di un esperto al quale chiedo se possa dirmi come fare a reprimere queste mie abbuffate e a riprendermi così in mano la mia vita.
Ringrazio in anticipo coloro che prenderanno in analisi questo mio problema e spero mi offriranno una soluzione.
Distiniti Saluti,
Enrico

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Simona Guglielmucci Inserita il 10/04/2020 - 18:18

Gentile Enrico, capisco il tuo disagio, purtroppo la restrizione alimentare può diventare uno dei fattori che predispongono alle abbuffate perchè il pensiero del cibo e della forma fisica diventa un'ossessione e si entra in una modalità del tipo: o sono a dieta e tengo tutto sotto controllo o non ho il controllo del mio comportamento e mi abbuffo.
Purtroppo questa oscillazione continua tra restrizione e abbuffate crea un grande senso di impotenza e ansia rispetto alla gestione del cibo, per questo sarebbe importante riconoscere queste due modalità come entrambe pericolose e cercare un equilibrio tra esse, imparando a riconoscere i segnali del corpo e quelli che sono i fattori che predispongono alle abbuffate: vissuti emotivi, senso di fame, paura di esagerare.
Un'altra strategia è quella di aumentare la consapevolezza rispetto ai segnali del corpo, non solo quelli emotivi, ma anche quelli relativi alla sua sensorialità, per poi poter risentire anche il senso di sazietà prima che sia già troppo quello che è stato ingerito in modo automatico e inconsapevole. Uno degli aspetti più importanti è aumentare la consapevolezza rispetto all'atto di mangiare, sia quando si introducono cibi considerati salutari e dietetici che quando si introducono cibi considerati meno salutari. Questo è quello che viene fatto ad esempio con la Mindful eating, un programma di 9 incontri che mira proprio ad aumentare la consapevolezza alimentare e la conoscenza dei propri bisogni, sia fisiologici che emotivi.
Purtroppo non esistono risposte esaustive e risolutive alla sua domanda e risolvere completamente questo tipo di disagio richiede un lavoro globale su di sè e sul suo modo di sentirsi ma spero di esserti stata ugualmente utile.
cordiali saluti
Dr.ssa Simona Guglielmucci