Anna domande di Alimentazione  |  Inserita il 15/08/2017

Trento

Troppi problemi con il mio corpo?

buongiorno. Io scrivo per un problema che sento (o mi sono convinta?) di avere nei confronti del mio corpo. Da piccola sono sempre stata cicciottella (estremamente grassa, alle medie pesavo 76kg) ma non perché mangiassi tanto ai pasti, quanto perché i miei non mi dicevano mai di no ponendo un limite a spuntini e dolci e, spesso, mangiavo perché sola o annoiata, di nascosto (spesso i miei non erano a casa). Ricordo che da mia nonna d'estate andavo a cercare le merendine nel ripostiglio aprendole il pacchetto senza che lei lo sapesse, portavo nel letto sotto il cuscino crackers, mangiavo per merenda tazze enormi di gelato. Al che, a un certo punto, la cosa è finita. In tre anni ho perso ad altalena molti chilogrammi, per arrivare a 47kg. peso forse poco sano, ma ancora meno sano era il fatto che avessi paura di olio e mille cibi, e piangessi perfino per delle fragole appena lavate che mia mamma mi aveva preparato. Da qui - sempre in modo poco salutare, con continue, eccessive, nascoste, abbuffate- sono arrivata al peso obiettivo di 52. (che già per me pareva eccessivo).
Quindi ho cominciato a prendere una pillola per il ciclo (cui cui avevo sempre avuto problemi), che mi ha fatto ingrassare di 4kg sempre con le solite poco sane abbuffate di dolci, come quelle della mia infanzia. e ora io non sopporto più di vedere me stessa, penso a me come una cicciona, odio le mie cosce e vorrei fossero tagliate via, mi sento impacciata, evito gli specchi, alle volte mangio così tanto da stare male e non volere poi più uscire. sfogo spesso anche l'ansia sul cibo, godo nel perdere il controllo per poi però sentirmi in colpa, vorrei andare a correre ma sento dentro di me le voci dei miei che si arrabbiano perché dicono che sono troppo magra e non posso perdere ancora peso (cosa che hanno fatto quando pesavo 47kg), ma io sono una grassona e loro non lo capiscono. eppure sono più che maggiorenne e non dovrebbe importarmene un fico secco.
in conclusione, mi piacerebbe instaurare nuovamente un apporto sano con il mio corpo e me stessa, ma non saprei bene da dove cominciare...

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Erica Tinelli Inserita il 16/08/2017 - 11:11

Buongiorno Anna, i suoi genitori la considerano troppo magra anche ora o solo quando pesava 47 chili? Non abbiamo informazioni sulla sua altezza, sulla sua età e sulla struttura del suo fisico, però sicuramente le abbuffate e l’utilizzare il cibo per sedare l’ansia sono dei comportamenti problematici.
Sarebbe importante analizzare quella che è la sua alimentazione normale (di solito cosa mangia nei tre pasti e in quali quantità? Fa anche spuntini? Come sceglie gli alimenti? I dolci sono dei cibi che al di fuori delle abbuffate tende a vietarsi oppure no?) ed il rapporto che ha con il cibo (per lei è solo una necessità o è anche un piacere?) per capire se è necessario apportare delle modifiche. Inoltre dovrebbe anche apprendere ed utilizzare delle strategie più funzionali di gestione dell’ansia e delle emozioni in genere. Le consiglio di valutare la possibilità di farsi seguire in questo percorso da un professionista.