Serena Partemi

Dott.ssa Serena  Partemi  Psicologa Psicoterapeuta albo #2276 - Marche

  •  AP
    provincia
  •  0
    apprezzamenti

   Descrizione

Sono una psicologa psicoterapeuta libero professionista, oltre all’ attivita’ clinica mi occupo di formazione, docenza di psicologia, comunicazione e orientamento al lavoro. Sono tutor/metor in corsi di formazione in aula e on the job. Ho coordinato un asilo nido programmando le attivita’ e supervisionando il lavoro delle operatrici. Per molti anni sono stata educatrice e assistente scolastica di minori con disagi psicosociali, lavorando in particolar modo con il metodo ABA su un bambino autistico. Ho svolto per anni la mansione di Psicologa scolastica in scuole di vario ordine e grado, conoscendo in profondita’ le varie fasce di etá’ e le problematiche tipiche ad esse connesse, ho svolto attivita’ di formazione con le insegnanti, lavori sul gruppo classe e colloqui con i genitori. Ad oggi sono coach (con ruolo di sostegno psico-emotivo e docente di orientamento al lavoro) in un corso di qualifica biennale,  per ragazzi drop-out, fuoriusciti dal contesto scolastico classico e provenienti da situazioni psico-sociali complesse. Sono diplomata in psicoterapia ad orientamento psicoanalitico, con il metodo dello psicodramma e analisi bioernergetica e mi occupo sia di terapia individuale, sia di coppia, sia di gruppo.

 

 

 

 

Jung: Rendi cosciente l’inconscio,altrimenti sarà l’inconscio a guidare la tua vita e tu lo chiamerai destino.

 

La psicoterapia ad orientamento psicoanalitico è uno metodo psicoterapeutico che si interroga sulle cause profonde del disagio soggettivo e che in questo modo vuole rispondere alle mutevoli manifestazioni del disagio umano e sociale.
Consiste nella ricerca della verità soggettiva cogliendo le varie forme attraverso le quali l’inconscio si manifesta. Il nostro mondo interiore, in gran parte inconscio quindi difficilmente accessibile, è ricchissimo di pensieri, ricordi, emozioni e pulsioni ed è in continua trasformazione; l’analista e il paziente esplorano insieme questo universo alla ricerca delle cause profonde dei comportamenti, delle dinamiche relazionali e della sofferenza di ogni individuo.
I sintomi consci e manifesti (ansia, fobie, difficoltà relazionali…) rappresentano un modo particolare del soggetto di rispondere, con la sua struttura mentale, alle esperienze della sua vita, della sua storia. Diventa allora necessario comprendere l’origine profonda e remota di questi sintomi, e capire e rendere conscie le cause dei conflitti. L’obiettivo è quello di rendere possibile per il paziente la rinuncia definitiva ai suoi sintomi o disturbi, determinati da processi inconsci, optando per strategie conscie più efficaci e adeguate ai propri desideri e al proprio contesto di vita.

UN INCONTRO A DUE:
OCCHI NEGLI OCCHI, VOLTO NEL VOLTO,
E QUANDO TU SARAI VICINO
IO PRENDERO’ I TUOI OCCHI
E LI METTERO’ AL POSTO DEI MIEI
E TU PRENDERAI I MIEI OCCHI
E LI METTERAI AL POSTO DEI TUOI,
ALLORA IO TI GUARDERO’ CON I TUOI OCCHI
E TU MI GUARDERAI COI MIEI

         Jacob Levi Moreno 

Lo Psicodramma, nasce specificamente come terapia di gruppo. Moreno, il suo ideatore, fu infatti il primo storicamente, lo ribadiamo, a parlare specificamente di “psicoterapia di gruppo”.

Psicodramma è un metodo di lavoro di gruppo che sfrutta la messa in scena di tipo teatrale del proprio vissuto, più o meno problematico, per giungerne alla rielaborazione e, nel caso di conflitti e problemi, alla loro risoluzione attraverso la possibilità di rivedere e rivivere il proprio problema sia dall’interno come protagonista, sia dall’esterno, come spettatore.

All’interno di una sessione psicodrammatica si possono osservare e sperimentare vari fenomeni, normalmente interrelati fra di loro, quali la catarsi, intesa come liberazione delle emozioni legate ad un vissuto più o meno profondo; la presa di coscienza (insight) di contenuti rimasti fino a quel momento latenti all’interno della propria consapevolezza; la ripetizione attiva dell’esperienza più o meno traumatica; la rielaborazione del proprio vissuto, eccetera.

in Psicodramma è spesso prassi trasformare un’emozione provata in un’azione corrispondente e significante, la consegna data è spesso: “non dirmelo, fammelo vedere”, bypassando così i meccanismi mentali di controllo razionale che agiscono sul nostro linguaggio quotidiano – proprio perché, così, chi compie l’azione può meglio rendersi conto di cosa ha effettivamente provato e fatto.

"Non esistono parole più chiare del linguaggio del corpo, una volta che si è imparato a leggerlo" Lowen

L’analisi bioenergetica è un metodo di psicoterapia che integra il lavoro sul corpo al processo analitico. Il processo mira ad aiutare le persone a comprendere chi sono e perché funzionano in un dato modo. Essa comprende una consapevolezza profonda, definita come una connessione del sé con gli eventi della propria vita e con le forze che spingono all’azione del presente. Tale connessione viene sviluppata attraverso il contatto con il corpo, che è ricettacolo dell'esperienza di vita di ogni persona. Si entra in contatto con il corpo sentendo che cosa accade in esso. Tuttavia, essendo una terapia anche analitica, l’analisi bioenergetica usa la maggior parte delle tecniche psicoanalitiche per facilitare il raggiungimento di questo obiettivo. L’analisi dei sogni, i lapsus verbali, i transfert e la resistenza a esso associata sono tutti aspetti importanti dell’analisi bioenergetica. 

Il lavoro con il corpo è basato sul concetto che " più energia ha una persona, più viva è", cosa che si traduce in più movimento, più sentimenti e più pensiero. L’energia produce movimento, il quale crea sentimenti e porta a pensare.

Migliorando i processi energetici di una persona, tutte le funzioni sono influenzate partendo, per così dire, da sotto: aumenta il movimento spontaneo, si sviluppano più sentimenti, mentre c’è un corrispondente guadagno nella consapevolezza e nella comprensione. Si possono anche influenzare tutte le funzioni da sopra. La psicoanalisi, lavorando da sopra, influenzerà a sua volta tutte le funzioni. Tuttavia, limitare il programma terapeutico al solo lavoro con il corpo o con la mente significa limitare le potenzialità del processo.

 

 

 

 

 

Indirizzo studio Serena
Lo psicologo non ha ancora pubblicato
informazioni sul suo tariffario.

   Percorsi di crescita

lo psicologo non ha ancora inserito percorsi di crescita...

   Approcci terapeutici

  • Psicoanalisi