risposte dello specialista Martina Lo Monaco

 6  risposte
  Vis. Profilo

Introversione, cosa fare?

Apri domanda

Buonasera Salvatore, l'introversione (così come l'estroversione) è un tratto temperamentale, per cui un aspetto della personalità innato. E' positivo leggere la sua motivazione al cambiamento ma questo non deve implicare una non accettazione del suo modo di essere. In altre parole, l'essere introverso non deve essere percepito da lei come un difetto o un aspetto problematico della sua personalità. Si tratta semplicemente di un modo d'essere. Ovviamente se a lei questo reca disagio, è giusto che lavori su di sè in modo da sentirsi a suo agio con gli altri ma soprattutto con sè stesso. Le consiglio, pertanto, di iniziare un percorso che la aiuti a superare "step by step" gli ostacoli che le impediscono di aprirsi di più, lavorando ad esempio sulla sua autostima poichè da quello che emerge sembrerebbe che ciò che la blocca è il desiderio di piacere ma allo stesso tempo la paura di non piacere agli altri. In bocca al lupo! :) Dott.ssa Martina Lo Monaco (Roma)...

28 anni di solitudine

Apri domanda

Buonasera Filippo, da quello che leggo dal suo post è evidente quanto lei soffra per questa condizione. Emerge però una forte insicurezza dalle sue parole, pertanto sarebbe opportuno iniziare un percorso che vada a potenziare la sua autostima, aiutandola a prendere maggiore consapevolezza dei suoi pregi e delle qualità che ha da offrire. Il fatto che lei definisca come un "lusso" trovare un partner fa pensare che lei pensa di non meritarlo ed è a quel punto che si scoraggia e alimenta la sua insicurezza. Piuttosto che confrontarsi con ragazzi che lei percepisce più belli, le consiglio di lavorare sulla sua autostima perchè se lei non si vede abbastanza bello non significa che gli altri vedano ciò che vede lei. Inizi a pensare che non ha nulla da invidiare a nessuno, che ha tutte le "carte in regola" per trovare una ragazza che la ami e esca a testa alta. Dovrebbe semplicemente apprezzarsi e amarsi di più :) Le riporto una citazione di William James: "Se puoi cambiare mentalità, puoi cambiare la tua vita" Cordiali saluti Dott.ssa Martina Lo Monaco (Roma)...

Dimagrire ma per gli altri

Apri domanda

Buonasera MaryJane, è molto bello leggere la forte motivazione che ha nell'iniziare una dieta in quanto questo significa che le è a cuore la sua salute. Il punto su cui sarebbe opportuno soffermarsi è però il motivo principale che la porta a voler dimagrire. Dalle sue parole, infatti, emerge una voglia di dimagrire dettata dal desiderio di "essere all'altezza" della sorella del suo fidanzato. Questo dovrebbe portarla a riflettere su una questione importante: vuole dimagrire per stare meglio con sè stessa o pensa sia una scelta necessaria da prendere solo per piacere a questa persona? A mio avviso, lei dovrebbe iniziare questo importante percorso esclusivamente per lei stessa e per il suo benessere. Deve partire dal presupposto che alcune persone giudicano a prescindere, se non c'è un difetto fisico si attaccano a qualcos'altro magari a livello caratteriale o all'abbigliamento etc. Questo dovrebbe portarla a riflettere che dobbiamo piacere prima a noi stessi e poi in secondo piano agli altri. Se il suo obiettivo è perdere peso per sentirsi meglio con sè stessa ben venga ma non si senta in dovere di farlo per piacere a nessuno se non a lei stessa. Non deve odiarsi ma amarsi e amare la sua forza di volontà che l'ha portata a contattare un medico per migliorarsi e prendersi cura di sè. Le consiglio pertanto un percorso che vada a promuovere una maggiore consapevolezza delle sue qualità e risorse, in modo da capire di non essere inferiore a nessuno :) Le riporto una citazione di Sarah Dessen che, a mio avviso, la aiuterà a riflettere su come cambiano le cose se noi cambiamo modo di vederle.. "Per una volta, hai creduto in te stessa. Hai creduto di essere bella e così ha fatto il resto del mondo." Cordiali saluti e... in bocca al lupo! :) Dott.ssa Martina Lo Monaco...

Psicologia Femminile

Apri domanda

Buonasera Christian, credo lei abbia frainteso o meglio ingigantito un aspetto abbastanza tipico delle donne. Il fatto di essere maggiormente attente ai dettagli non equivale ad attribuire etichette agli altri sulla base di piccoli segnali, ma semplicemente a cogliere molto spesso aspetti a cui gli uomini non danno lo stesso peso. Questo però non deve portarla a temere di essere giudicato per qualsiasi minimo gesto! C'è da dire, poi, che non è presente inevitabilmente in tutte le donne: possiamo definirla come una sensibilità accentuata che però non deve farla vivere con questa preoccupazione costante per tutto ciò che fa. Pertanto provi a vivere le relazioni con il sesso opposto con maggiore naturalezza e spontaneità perchè non ha nulla da temere. Se poi dovesse trovarsi di fronte a un rifiuto, lo viva come una possibilità per potersi migliorare e non come un fallimento :) Ad ogni modo, cerchi di non pensare troppo a quello che sta per fare o dire altrimenti questo non farebbe altro che rendere più complicata l'interazione, facendola sembrare agli occhi dell'altra persona come bloccato e poco spontaneo. In bocca al lupo :) Cordiali saluti, Dott.ssa Martina Lo Monaco (Roma)...

Lontana da casa

Apri domanda

Buonasera Letizia, dalle sue parole è evidente quanto le provochi sofferenza questa situazione. Da quello che leggo, lei dice di aver preso la decisione di partire per la necessità di doversi allontanare un pò da casa. Ora, a mio avviso, poichè la situazione le sta sfuggendo di mano, dovrebbe porsi la stessa domanda che l'ha spinta a partire: "Di cosa ho bisogno per stare meglio?". Se prima a questa domanda rispondeva con "Ho bisogno di partire", ora è evidente che i suoi bisogni sono mutati. Se sente il bisogno di tornare a casa, ne parli con la sua famiglia, condivida con i suoi genitori il suo malessere e vedrà che troverà un modo per uscirne. Però, dovrebbe focalizzarsi anche su un altro aspetto, ovvero sul fatto che tornando a casa potrebbe trovarsi di nuovo nella situazione iniziale: motivo per cui ha deciso di partire. Pertanto le consiglierei di riflettere su come soddisfare il suo bisogno di realizzazione lavorativa nel momento in cui tornerà a casa, in modo tale da sentirsi maggiormente pronta e con le armi giuste per affrontare quel problema.E' importante che lei individui i suoi bisogni perchè molto spesso è proprio la non consapevolezza di questi a portare problemi. A tal proposito potrebbe richiedere l'aiuto di uno specialista per un sostegno psicologico. In secondo luogo, per quel che concerne i problemi familiari, potrebbe prendere in considerazione insieme ai suoi familiari un percorso psicoterapeutico ad indirizzo sistemico. In bocca al lupo :) Distinti saluti Dott.ssa Martina Lo Monaco (Roma)...

Il mio legame con casa

Apri domanda

Buonasera Marco, dalle sue parole è molto chiara la confusione che sta vivendo. E' necessario riflettere sull'aspetto più importante (a prescindere dalla delusione che lei pensa di recare ai genitori se tornasse in Italia e a prescindere dall'eventuale bisogno di lei da parte della sua ex ragazza) ovvero: di cosa ha bisogno Marco in questo momento della sua vita? Cosa lo farebbe stare meglio? Se lei crede che tornare in Italia la farebbe vivere più sereno, metta da parte i bisogni e le aspettative altrui e si concentri sui suoi perchè la vita è la sua. Credo sia importante che lei non cerchi di risolvere il problema quanto piuttosto di capire innanzitutto cosa desidera, cosa potrebbe farla tornare ad essere felice. Per quanto riguarda l'eventuale delusione dei suoi genitori, deve tenere a mente che questa è soltanto una sua ipotesi. Provi invece a distogliere l'attenzione da questo pensiero e pensare invece che per i suoi genitori è importante che lei sia felice prima di ogni altra cosa. Lo stesso vale per l'idea che ha di dover rimanere lì perchè la sua ex ragazza potrebbe aver bisogno di lei. Provi a distaccarsi da questo pensiero e assuma un altro punto di vista: se la sua ex ragazza dovesse aver bisogno di qualcuno potrebbe contattare un'amica o magari potreste sentirvi/vedervi tramite webcam. Lei sarà sempre un punto di riferimento per questa ragazza però forse non sarebbe giusto sacrificare la propria vita e reprimere la possibilità di essere felice soltanto per accontentare gli altri. Metta sè stesso al primo posto e rifletta a fondo su ciò di cui ha bisogno, a prescindere dagli altri. A...