M  domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 09/04/2018

Udine

Situazione relazionale difficile

buongiorno sono una ragazza di 23 anni e scrivo per avere un consiglio. Da ormai 3 anni conosco un uomo molto piu grande di me (54 anni, il mio ex istruttore di guida) con il quale ho instaurato un rapporto stupendo. Con lui sto bene, tra noi c'è una bellissima amicizia, costituita da affetto, rispetto, fiducia e complicità ma purtroppo la differenza di età é l'unico elemento che ci frena nella creazione di un qualcosa di più tra noi. Io e lui ne abbiamo parlato diverse volte di questa nostra situazione: lui mi ha fatto ragionare e capire che tra noi non é possibile una storia, non solo per l'età ma anche per non farci male e per rispetto soprattutto verso di me che ho una vita davanti. Io all'inizio ho fatto difficoltà ad accettare la realtà ma mi sono dovuta rassegnare anche se ho sofferto tanto per tutto questo. Sicuramente però tutto quello che c'è tra noi, non può e non potrà mai cambiare. Io gli voglio bene, ci tengo veramente tanto a lui e farei di tutto per lui. Diverse volte ho pensato che tutto questo sia ingiusto perché l'unica volta che sono veramente felice con un uomo, c'è un ostacolo che blocca la situazione e la creazione di una relazione (io non ho mai avuto storie, il primo vero bacio l'ho dato a lui, nessuno prima di lui mi ha fatto innamorare veramente). Noi ci piacciamo (lui é molto attratto fisicamente da me e sicuramente anche mentalmente anche se non lo ammette per non complicare la situazione; lui invece non ha un fisico scolpito o palestrato ma a me questo non mi è mai interessato, a me lui piace così come è: a me hanno colpito altri aspetti di lui, del suo carattere e della sua personalità che lo rendono unico, speciale e che con il tempo mi hanno fatto innamorare sempre di piu). Io sinceramente non voglio perdermi questa occasione di felicità (voglio precisare che lui non mi ha mai chiesto o obbligato ad andare a letto o a fare niente, mi ha solo rivelato che gli piacerebbe molto venire a letto con me ma senza che questo porti a legàmi, senza che con questo nasca una storia, ma solo per piacere reciproco e per il piacere di stare insieme, per conoscersi nell'intimità). In questi giorni ne stiamo parlando e io sinceramente vorrei provarci con lui e fare la mia prima esperienza a letto con un uomo (entrambi siamo d'accordo sul fatto che non serve avere un rapporto completo),basta stare bene insieme e trovare l'intesa giusta per il piacere. Aggiungo che con la mia famiglia ho un bellissimo rapporto (entrambi i genitori presenti, affettuosi e comunque consapevoli del fatto che esco con quest'uomo). Ho voluto scrivere questo perché spesso leggo che le relazioni con differenza di età possono essere la conseguenza di cattivi rapporti in famiglia soprattutto con il padre ma non è assolutamente il mio caso. Io mi sono semplicemente innamorata di un uomo più grande....potevo benissimo innamorarmi di un coetaneo ma non è successo e comunque nessuno può scegliere di chi innamorarsi. L'amore succede e non guarda nessun limite. Io vorrei solo chiedere un consiglio, se secondo Lei la scelta che ho fatto è giusta o sbagliata, che cosa dovrei fare secondo Lei. So che è una situazione difficile, lo è da 3 anni ma nonostante questo io e lui siamo ancora qui: penso che se il destino ci ha fatto incontrare, un motivo c'è. Sicuramente sono una ragazza abbastanza matura e responsabile per fare le proprie scelte e vivere la propria vita ma dato che mi trovo in una situazione difficile e confusa, avrei bisogno anche del parere esperto.
Grazie in anticipo e saluti

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott. Dario Coderoni Inserita il 13/04/2018 - 14:48

Cara M,

dice bene, l'amore non si sceglie (o almeno non del tutto...) e talvolta non conosce limiti. Ciò che possiamo controllare è ciò che gravita intorno ad esso e, come accade anche in altri contesti, assumerci la responsabilità delle nostre scelte. Perchè se è vero che "all'amor non si comanda" è altrettanto vero che ciò che si fa per amore può (e deve) essere ponderato. Perciò permettimi di rigirare la domanda che porgi a noi. Ha mai pensato alle ripercussioni pratiche della sua scelta? Crede che potrebbe beneficiare al vostro rapporto o peggiorarlo? Come crede o vorreste che evolvesse la vostra relazione?
Talvolta fare chiarezza su ciò che si vuole rende più visibile anche il modo per raggiungerlo.

Dovesse avere domande o per una consulenza, non esiti a contattarmi. Un saluto,

Dott. Dario Coderoni (Roma)