Cristina domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 21/01/2018

Roma

PlayStation è la sua ossessione

Salve mi chiamo Cristina ho 28 anni e sono fidanzata 4 anni con Daniele e conviviamo da 3 anni. Abbiamo un problema da risolvere. Noi siamo una coppia molto affiatata ci amiamo, sesso bellissimo, molto complici ma c’è questo problema la PlayStation. Lui ha sempre giocato da quando era bambino ma ora sta diventando un problema. Lui gioca la sera perché dice che gli amici ci sono la sera e a me questo mi infastidisce perché vorrei che stesse con me a vedersi un film oppure mi piacerebbe che a me non mi infastidisse infondo non fa niente di male e lui anche ha bisogno dei suoi spazi. Ma appena l’accende puff ecco l’ansia per non parlare del controller che fa un rumoraccio sembra che vado in apnea fino a quando esplodo e ci infuriamo e litighiamo e stiamo male. Vorrei capire perché non riesco a sopportare questa cosa e il rumore del controller sta diventando pesante aiutateci vi prego per avere un equilibrio sennò litighiamo sempre per le stesse cose

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Katjuscia Manganiello Inserita il 26/01/2018 - 17:28

Gentile Cristina,
è comprensibile la sua rabbia verso la playstation poiché le "ruba" il suo ragazzo che invece vorrebbe tutto per sé. Ma come ha scritto lei è giusto avere i propri spazi. Allora che fare? Trovare un compromesso che prenda in considerazione i bisogni di entrambi.
Esempio: Se lui gioca tutte le sere con gli amici forse è un po' troppo. Allora potete decidere che ci saranno sere in cui fate qualcosa insieme e sere in cui lui si dedicherà al gioco con la playstation e lei si dedicherà ad un suo interesse.
Non passi tutto il tempo ad ascoltare il controller ma appena ne sente il rumore esca dalla stanza per fare altro. Ne può approfittare per uscire con le amiche.
In questo modo i bisogni di entrambi vengono rispettati. Auguri, dr Katjuscia Manganiello

Dott.ssa Francesca Coppo Inserita il 22/01/2018 - 08:46

Buongiorno Cristina,
ha provato a concordare con Daniele dei tempi stabiliti che vadano bene ad entrambi, in cui lui possa giocare liberamente con la PlayStation senza farla infuriare? Ad esempio decidere insieme l'orario, o la durata della sessione di gioco.
In questo modo lui avrebbe il suo tempo libero per giocare e lei nel frattempo può dedicarsi ad altro...
Provi Inoltre a motivargli con calma (senza infuriarsi) la sua richiesta di fissare una tempistica, e la sua necessità di passare la serata con lui.