Fabio domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 22/11/2017

Ferrara

Fine di una relazione

Salve, mi sono appena separato da una relazione di cinque anni. Sto passando un periodo di dolore immenso perchè io ancora provo un forte sentimento per questa persona, il tutto è successo in una giornata iniziata benissimo e poi finita con l'esprimersi sui problemi di coppia che evidentemente sono andati avanti da qualche anno, che riguardano un carattere troppo passivo da parte mia e mancanza di aspetti importanti come una autonomia totale. Io ho avuto sempre la sicurezza di dover cambiare alcuni aspetti di me stesso per me in primis, e poi per fare andare meglio la relazione. A quanto pare ho impiegato troppo tempo ad aspettare e non ho cambiato questi aspetti, unito ad una incapacità di ascoltare un disagio interno da parte della mia ex-partner, che non è riuscita ad esternare questa cosa per farmi capire la gravità della situazione, o che è riuscita e io non sono stato capace di captare la sua totale assenza di forza e fiducia in un cambiamento per portare avanti la relazione in futuro. Ora non ho la possibilità di rimediare ai miei errori, e non posso più neanche scrivere o parlare a questa persona sennò a detta sua si cadrebbe nella ossessione e non vorrà mai più vedermi neanche come persona per il resto della vita. Secondo lei dovrei aspettare del tempo e cercare di riparlarle con lucidità e razionalità a riguardo o dovrei lasciare perdere totalmente e rassegnarmi con un dolore immenso e la consapevolezza di avere delle colpe ormai irrimediabili per forza di cose? Il tutto è successo in una giornata, per me troppo in fretta, da un estremo a un altro. Io sono disposto a tutto per salvare la relazione (a detta sua impossibile) o eventualmente ritornare con lei in futuro ( a detta sua altrettanto impossibile), ma da parte sua non c'è più amore, e questo mi fa pensaresicuramente ad una fine immediata e dolorosa, anche se non c'è stato nessun tradimento o sentimenti nascosti per altre persone.

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Mirella Caruso Inserita il 24/11/2017 - 07:03

Milano
|

Gentile Fabio, vorrei dirle che uno psicologo non può rispondere alla richiesta di consigli da parte di una persona. Se lo facesse, è come se lasciasse passare un messaggio: io non sono capace di gestire la mia vita, e chiedo a qualcuno che lo faccia al posto mio. L 'incontro con uno psicologo implica un percorso di consapevolezza su come si è e non si riesce a essere, insieme all'acquisizione di tutti gli strumenti per poterlo fare. La sua relazione è finita e lei sta molto male, ed ha il dubbio oppure l'idea di essere stato troppo passivo in questa relazione, oppure troppo dipendente, senza autonomia, oppure incapace di ascoltare il disagio della sua ragazza e le difficoltà della coppia. Il consiglio che mi sento di darle è cercare di lavorare su questi aspetti, non sappiamo quanto questa "mancanza di autonomia" o "passività" fino alla difficoltà di empatia possano essere massive e interferire nelle sue relazioni presenti e future.

Dott.ssa Mirella Caruso
Milano, via Giovanni Pacini, 42.