Insicura domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 05/02/2015

Milano

Sentirsi in colpa dopo un rapporto orale

Salve, sono una ragazza di 22 anni. Sono vergine perché non mi sono mai innamorata e il mio primo rapporto voglio che sia per amore. Ho sempre vissuto bene con questa decisione anche se ovviamente essendo una ragazza mi manca l'approccio fisico con uomo. A capodanno di quest'anno sono andata ad una festa con delle amiche e dopo qualche cocktail che mi ha reso meno inibita ho cominciato a baciarmi con un ragazzo e tra una cosa e l'altra alla fine gli ho fatto un pompino (scusate il termine) che non avevo mai fatto a nessuno e che nella mia concezione fino ad allora avrei fatto solamente forse un giorno a colui di cui mi sarei innamorata . Sta di fatto che l'ho fatto comunque e oggi a più di un mese dall'accaduto quando ci penso ci sto male, cado in depressione, mi sento sporca, non mi sento più me stessa, non mi sento più quella persona speciale che pensavo di essere rispetto a tante altre ragazze. Volevo sapere se è normale avere una reazione del genere o se sono io che ho problemi nel concepire la faccenda . Io vorrei pensare alla vicenda con tranquillità ma non ci riesco. Vorrei il parere di voi esperti grazie!

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Valentina Nappo Inserita il 09/02/2015 - 18:52

Gentile ragazza,

è comprensibile sentirsi "diversi" dopo un episodio del genere.
Hai sicuramente perso una parte di te, quella che voleva mantenersi illibata e concedersi solo al vero amore, e hai fatto uscire, invece, un'altra parte, quella che può concedersi un mero godimento senza impegno, che ogni tanto può perdere la testa e lasciarsi andare all'emozione del momento.

Cosa dirti...il tempo ti aiuterà a conciliare dentro di te queste due parti in lotta e a vivere la tua femminilità con maggiore libertà e serenità.


Un caro saluto
Dr.ssa Valentina Nappo
Terapia individuale, di coppia, familiare /Napoli
http://www.pscodialogando.com/

Dott.ssa Agnese Tiziana Magno Inserita il 07/02/2015 - 12:01

Gentile Insicura, non preoccuparti. Non c'è nulla di cui vergognarsi. Certamente quello che hai fatto è dissonante con la tua educazione e con il tuo modo di pensare la sessualità, ma non è anomalo o sporco. Credo che qualche colloquio con uno psicologo della tua zona potrebbe aiutarti a schiarirti le idee e a dare il giusto peso e il giusto valore alla sessualità e a tutto ciò che le gira intorno. Volendo, puoi anche contattare me ed usufruire della consulenza online.
Cordialmente
Agnese Tiziana Magno
www.drssamagno.beepworld.it
www.facebook.com/psicologamantova