Clio86 domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 28/09/2017

Padova

Essere l'amante

Gentili specialisti, vi scrivo perché in questo ultimo periodo sto molto male, ho quasi 32 anni e sento di non essermi realizzata nella vita. Non ho portato a termine l'università ma ho sempre lavorato saltuariamente fino ad arrivare a trovare un occupazione che mi piace e che purtroppo a breve terminerà perché non mi rinnovano il contratto. Per quanto riguarda l'amore sono single. Nel 2016 incontro grazie al lavoro un uomo sposato con il quale intraprendo una relazione come amante. Con lui c'è subito stata una forte alchimia e affinità mentale, cosa che non capita con tutti. Non ho mai preteso che lui lasciasse la sua famiglia per me, tuttavia il rapporto ha sempre avuto alti e bassi, continue liti prima a causa sua (eccessiva gelosia e possessione) poi per causa mia perché non riuscivano più a vederci con una certa costanza ed non mi sentivo più desiderata come prima. Ho deciso di lasciarlo per l'ennesima volta ( ci siamo lasciati e ripresi molte volte) quasi un mese fa pensando di stare meglio senza di lui ed invece mi rendo conto che sto ancora peggio. Lui continua ancora a cercarmi ed e' molto difficile resistergli. Non ho più amiche ( tutte le mie amicizie le avevo nella città dove frequentavo l'universita') , mi sento solo con due ragazze che però sono fidanzate e mi fanno sentire diversa proprio per questo ,ultimamente sto prendendo le distanze anche da loro. Non esco mai per svagarmi, per via del lavoro che occupa buona parte delle mie giornate ( ogni giorno mi faccio 100km in macchina) anche perché non ho amiche. Ho provato a conoscere dei ragazzi su internet ma nessuno riesce ad entusiasmarmi.Non so come riuscire ad entusiasmarmi di nuovo alla vita e a come staccarmi dalla definitivamente dall'amante, non mi e' mai capitato di essere così presa e coinvolta da una persona.

  3 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Patrizia Pezzolo Inserita il 30/09/2017 - 18:55

Savona
|

Cara Clio,
si coglie dalle sue parole, quanto sia difficile il momento che sta attraversando. L'interruzione dell'università tempo addietro in aggiunta all’esperienza lavorativa attuale, che dovrà concludere suo malgrado, sono elementi già di per sé non facili da affrontare. Ciò che la spinge a scrivere tuttavia è altro ancora. E’ l'incontro con quest’uomo di cui riferisce. Lui l'ha fatta sentire viva e vitale per un certo tempo, è vero, ma con una contropartita che si è rivelata di tutt’altro genere. Così che Lei ora non solo non si sente più a suo agio ma è bloccata in una situazione che le toglie energie piuttosto che donargliele. Il punto è questo e non è ciò che Lei vuole. Lei, al contrario, desidera ritrovare e rinnovare il suo entusiasmo: suo diritto e necessità. Lei, anche se con fatica, ha già fatto il primo passo verso il suo primo obiettivo. Il supporto professionale di uno psicoterapeuta potrebbe aiutarla ad intendere meglio quali sono gli elementi che le impediscono di attuare in modo definitivo questo distacco e permetterle di intraprendere una strada nuova, più consona a ciò che veramente fa per Lei.
Cordialmente,
dott.ssa Patrizia Pezzolo.

Dott.ssa Daniela Vinci Inserita il 28/09/2017 - 20:29

Gentile Clio,
Capisco la sua difficoltà a staccarsi da questa persona. Sicuramente le ha fatto provare belle emozioni ma se è giunta alla decisione di lasciarlo vuol dire che era decisa. Non essendoci un futuro inoltre credo sia la scelta più saggia perchè da quello che dice desidera rifarsi una vita. Provi ad allargare la sua cerchia di amicizie uscendo dove abita o frequentando posti dove poter conoscere persone (palestra, parco, bar) E vedrà che qualcuno di interessante lo potrà trovare. Cerchi di affrontare questo momento di crisi anche rivolgendosi ad uno psicologo se lo ritiene opportuno. Saprà aiutarla trovando in lei le risorse che già possiede.
Resto a disposizione,
Dott.ssa Daniela Vinci
Arluno (MI)

Dott.ssa Serena Fuart Inserita il 29/09/2017 - 10:36

A volte può essere difficile mettere un punto ad una storia soprattutto se l'Altra persona è determinata a continuarla e La cerca. Se Lei inoltre non si sente realizzata questo è un ostacolo in più. Un supporto di uno psicologo può aiutarLa a vedere tutte le risorse che Lei possiede per tornare a interessarsi alla Vita e dare un taglio a situazioni che non desidera più continuare.