Martina domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 05/06/2017

Non so più come comportarmi.

Salve.
Mi chiamo Martina. Ho 24 anni e fino a poco fa convivevo con il mio ex fidanzato. La nostra sembrava la relazione perfetta iniziata la convivenza sono usciti tutti i lato negativi di entrambi i caratteri. Lui in passato però non è stato dei più sinceri. E quindi io non ho mai avuto troppa fiducia nei suo confronti. Io con la famiglia alle spalle su cui contare lui con i suoi separati e zero rapporto. Comunque tra alti e bassi fino ad arrivare all' ultima chiusura. Dove poco dopo sono stata contattata da un amico che mi avvertiva che il mio ex era finito al pronto soccorso per autolesionismo. Sono corsa all' ospedale impaurita e lui mi confessa di averlo fatto per attirare la mia attenzione. Chiedendomi di ricominciare per l ennesima volta. Ho provato ad accantonare ma ogni giorno mi veniva in mente il gesto e tutti gli altri gesti che ha compiuto. Ha dovuto seguire delle terapie, adesso prende dei farmaci per l umore e gli hanno "diagnosticato" la sindrome borderline. Io nonostante sia stata vicina a lui anche seppur non come prima qualsiasi cosa avesse bisogno c ero. Adesso esigeva due miei spazi e del tempo con i miei amici per svagarmi e lui me lo ha sempre fatto pesare. Dicendo di averlo messo in secondo piano , e che io non capivo niente perché sarei dovuta state con lui o a casa anche quando lui fosse impegnato. Con un altissima irascibilita nei miei confronti (da premettere che ha avuto scatti di ira contro cose ) . Quindi cercavo di chiuderla anche se a malincuore. Perché il sentimento nonostante tutto è forte. Ma questa situazione mi provocava attacchi di ansia e disturbi del sonno. Adesso mi ritrovo di nuovo sola con lui che ha bloccato ogni tipo di contatto con me pur avendo detto più volte che avrebbe voluto risistemare tutto e che sarebbe cambiato. Invece siamo di nuovo punto a capo dove alla fine quella che ha cercato veramente di provarci e riprovarci sono io. Non so più cosa devo fare. Quando sto in compagnia sto bene ;quando mi ritrovo a pensare sto male , mi sento una cretina e vuota. Quando oero atavo con lui ero piena di ansie e timori. Non so cosa più sia giusto per me.

  0 Risposte pubblicate per questa domanda