Tiziana domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 26/04/2017

Lecco

Mancato superamento di una relazione finita

Salve, scrivo questa lettera spinta dalla mia disperazione. Racconto in breve il motivo della fine della mia relazione. Io e il mio fidanzato stavamo insieme da 3 anni, abbiamo veramente condiviso tutto, un progetto di vita, una semi-convivenza, una distanza per motivi lavorativi di 9 mesi, la mia grave operazione alla schiena dove ho superato una fase di anoressia ed un rischio di morte a seguito di un'infezione, insomma abbiamo affrontato tanto insieme. Come vi dicevo, è stato lontano da me per 9 mesi ed ha lasciato il suo lavoro in Germania per tornare accanto a me. Una sera, tornando dal lavoro, trovai il mio ex ragazzo a casa mia che parlava con mia sorella e mia madre (preciso che erano presenti mia zia e mio cugino) dato che doveva aiutarla a trovare lavoro, io entrando lo vidi ma non lo salutai nemmeno perché mi trovavo al telefono. Finita la mia telefonata, uscii dalla mia camera ed il mio ex ragazzo era già andato via, non raccontai nulla dell'accaduto al mio ragazzo per non farlo arrabbiare. Dopo 3 mesi, mio cugino ha raccontato al mio ragazzo di quella maledetta sera, così è finita la mia relazione. Dice di non fidarsi più di me, ho causato una ferita troppo grande, almeno queste le sue parole. Entrambi siciliani, ad oggi ci troviamo a vivere uno in Germania ed uno in Lombardia. A distanza di due mesi dalla fine di questa relazione, non riesco a reagire, non riesco a dimenticarlo, non riesco ad affrontare i problemi di vita quotidiana e sento sempre il bisogno di raccontargli di ciò che vivo. Nonostante lui non voglia sentirmi, ogni qualvolta che riceve un mio sms, mi risponde, magari con parole di rabbia ma almeno non mi sento abbandonata. Ho perso l'interesse per tutto, le persone parlano ma io sono costantemente nel mio mondo.
Ragazza disperata, 24 anni.

  0 Risposte pubblicate per questa domanda