Gloria domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 25/03/2017

Pesaro Urbino

Ex o non ex?

Salve, ho 27 anni e ho un problema legato alla mia vita sentimentale.
In breve: sono stata fidanzata dai 15 ai 25 anni con un ragazzo con il quale ho praticamente condiviso tutto, crescendo insieme e plasmandoci uno sull'altro. La nostra storia è andata alla deriva quando, crescendo, abbiamo avuto voglia di provare altro.
Provenendo dallo stesso paese però ci è sempre stato difficile distaccarci veramente perché i posti e gli amici che frequentiamo sono gli stessi.
Dai 25 ad ora quindi abbiamo passato periodo di totale distacco a periodi nei quali ci siamo riavvicinati al punto da rifrequentarci, abbiamo passato momenti belli e altri nei quali ci siamo feriti. Ci guardavamo e vedevamo solo quello che di brutto ci eravamo fatti (io ho avuto una breve storia con un cantante e lui si è portato a letto una mia amica).
Ora abbiamo deciso di tagliare di nuovo i nostri legami e da qualche mese io mi sto frequentando con un ragazzo che mi piace davvero anche se non riesco a togliermi dalla testa il mio ex.
Vorrei poter capire se è solo questione di tempo o se ho forse sbagliato tutto e dovrei provare a stare di nuovo con il mio ex, mettendo da parte le brutture che non ci hanno permesso di proseguire.
Ero convinta che fra noi non ci potesse essere un futuro ma ora non vedo più tutto così chiaro ma al contempo non vorrei che la mia fosse solo una possessione, come se lo vedessi mio e solo mio e che ora che lo sto perdendo mi sentissi derubata. Avevamo immaginato un futuro insieme e ora tutto è così deludente e finito.
Ho sviluppato ansia e stati depressivi, non riesco più a concentrarmi su altro che non sia lui. Aiutatemi

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Lucia Scafidi Inserita il 25/03/2017 - 18:27

Gentile Gloria, quando si vive una relazione d'amore per tanti anni, soprattutto in un'eta giovanile come è capitato a lei è comprensibile che anche dopo si possano nutrire dei sentimenti, come la gelosia, anche quando non si sta più insieme. Questo accade perchè anche se la storia finisce, non è detto che sia avvenuta del tutto l'elaborazione emotiva. Per questo occorre del tempo. Mi pare di capire, da ciò che scrive, che nonostante lei abbia provato a distaccarsi dal suo ex e iniziato una nuova relazione, pensa ancora a lui e questo ha determinato una certa confusione dentro di lei sulla natura dei suoi sentimenti per il suo ex. Determinando anche uno stato ansioso. Quando c'è confusione, qualsiasi decisione lei possa prendere, se ad esempio ritornare col suo ex o meno, sarà dettata più dall'onda emotiva che lei attualmente vive che corrispondere ai suoi bisogni e desideri profondi e autentici. Occorre fare chiarezza prima. Se vede che lo stato ansioso perdura è importante che lei chieda aiuto rivolgendosi ad uno psicologo che la aiuti a fare luce su ciò che prova e la agevoli in questo momento critico che probabilmente è l'efffetto della separazione che sul piano emotivo non ha del tutto elaborato. Il rischio è quello di riportare questi sentimenti in una nuova relazione e vivere i futuri rapporti con conflittualità. Solo dopo aver fatto luce con l'aiuto adeguato potrà comprendere se è il caso di ritornare sui suoi passi o continuare il nuovo rapporto con un'acquisita serenità o prendersi del tempo ancora per elaborare la separazione con il suo ex e poi approcciare quando sarà il momento per lei con un bagaglio più leggero un nuovo rapporto.