Virginia domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 08/02/2017

Convivenza si o no?

Siamo una coppia giovane (io ho 20 anni e lui 25)Stiamo insieme da 6 mesi, ma il nostro rapporto è molto forte perché lui lavora spesso al estero e passiamo mesi separati mentre io frequento l università, lui abita da solo quindi nei mesi in cui siamo vicini passiamo i weekend insieme, che piano piano si stanno ampliando fino a stare insieme 4/5 giorni su 7, e man mano che i weekend passano mi sembra sempre più casa sua la mia, da poco tempo è ripartito per lavoro ma lui vorrebbe che quando tornasse io mi trasferissi da lui, ovviamente io sono molto d'accordo ma ho paura che sia troppo presto.

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Marianna Soddu Inserita il 08/02/2017 - 20:28

Cara Virginia, sei la terza persona della mia giornata che pone un quesito a cui non so dare risposta! Presto perchè hai vent'anni o presto perchè sono sei mesi che state assieme? La storia passata e presente è stracolma di coppie felici e durature che hanno bruciato le tappe, e altrettanto piena di coppie che hanno temporeggiato e che non hanno funzionato ugualmente. E viceversa. Quindi non c'è una risposta giusta o sbagliata alla tua domanda. Ascolta le tue emozioni, i tuoi bisogni. Poi fermati e pensa a una coppia che conosci che sta insieme da tanto tempo: che sfide avranno dovuto affrontare? Per cosa bisticciano? Chi si occupa della casa? Il punto è che la convivenza è sempre un salto nel buio. e certamente lo è ancora di più quando si è molto giovani e non si è in grado di assumersi molte responsabilità. Un unico dubbio mi sembra davvero plausibile: tu studi e lui lavora. Saresti in grado di occupuarti di un uomo e di una casa e al contempo non lasciare indietro i tuoi esami, partecipare alla vita universitaria e alla vita sociale in generale degli studenti? Forse più che all'età o alla freschezza della relazione, io penserei alla differenza nei momenti di vita: la vita universitaria può essere molto dura e piacevole al tempo stesso, ma sicuramente è un'esperienza che deve essere vissuta...e che, ahimè, non torna più. Concentrati su questo, e poi prendi la tua decisione.
In bocca al lupo per il tuo futuro, qualunque esso sia.
Dott.ssa Marianna Soddu
Psicologa Psicoterapeuta